ANNO X, N° 271,  27 settembre 2016.  Direttore Umberto Calabrese

 

Home ita
Lunedì, 26 Settembre 2016 08:32
Per l’assessore Francesca Brianza: vittoria sì incide su lavoro transfrontaliero, su twitter Maroni pensa a contromisure per tutelare i lavoratori lombardi.
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Il 27 settembre 1866 i consigli di Ceneda e Serravalle, riuniti per la prima volta in seduta collegiale deliberano di fondersi in un unico Comune, oggi Vittorio Veneto.Eravamo nel periodo di chiusura della III guerra d’indipendenza che avrà il Veneto nel Regno d’Italia in ottobre. [A Vienna intanto, Menabrea, superate le ultime resistenze di Ricasoli, riprese le trattative con l'Austria e il 3 ottobre 1866 annunciò al ministro Visconti Venosta che il trattato di pace era stato firmato. Esso comprendeva un preambolo, 24 articoli, 3 protocolli e alcune note annesse. Il preambolo sanciva l'unione del Veneto al Regno d'Italia secondo gli accordi presi fra quest'ultimo, la Francia e l'Austria, e riconosceva che la volontà delle popolazioni venete, espressa con il plebiscito, fornisse il titolo giuridico del loro congiungimento all'Italia[87]. Quanto ai confini Menabrea si trovò contro il partito militare austriaco capitanato dall'Arciduca Alberto, ciò che gli impedì di ottenere frontiere diverse da quelle fissate nel 1815 tra Austria e Lombardo-Veneto[88]. La rinuncia a quest'ultimo possedimento da parte dell'Austria e la consegna della Corona ferrea all'Italia, simbolo della sovranità sulla penisola, furono oggetto di altrettante note allegate al trattato di pace[89]. La cessione del Veneto dalla Francia all'Italia del 19 ottobre 1866, avvenne in una stanza dell'hotel Europa sul Canal Grande dove il generale Le Bœuf (plenipotenziario francese e garante dello svolgimento della consultazione) firmò la cessione del Veneto all'Italia. La Gazzetta di Venezia il giorno successivo ne diede notizia in pochissime righe: «Questa mattina in una camera dell'albergo Europa si è fatta la cessione del Veneto»[90]. Nel plebiscito (a suffragio universale maschile) svoltosi il 21 e 22 ottobre la maggioranza dei votanti si espresse a favore dell'annessione e con l'ingresso a Venezia, il 7 novembre, di Vittorio Emanuele II, si concludeva anche la fase politica della terza guerra di indipendenza[91]. it.wikipedia.org/wiki/Terza_guerra_d%27indipendenza_italiana ] Il 22 ottobre il nuovo Comune con un plebiscito decide la sua annessione al Regno d’Italia sanzionata dal regio decreto n.3363. Come si nominò il nuovo Comune? Dal 22 novembre, Vittorio, dal nome del re d’Italia di allora, Vittorio Emanuele II, che, venuto ad inaugurare la città , arrivato in Centro, si trovò in mezzo ad un campo di grano e rimase deluso. Dal 2 maggio 1923, Vittorio Veneto, per chiarire agli italiani che venivano informati dove il generale Armando Diaz avesse levato il suo bollettino di vittoria della prima guerra mondiale il 4 novembre 1918: in Vittorio nel Veneto. Che cosa insegna questa unificazione?, con sondaggi che segnalano Paura degli immigrati, gli italiani favorevoli a chiudere le frontiere [la Repubblica, 26 settembre 2016]. L’unità è preziosa, lenta e difficile da recuperare una volta perduta, e la divisione è da aborrire sempre. Già “la protostoria di Vittorio –fino alla fine della Grande Guerra- ha un’attualità “spaventosa”: i consigli comunali vengono sciolti e rieletti a ritmo vertiginoso. I sindaci rinunciano alla scomoda carega pochi mesi dopo l’insediamento e i primi cittadini “facenti funzione” e i commissari prefettizi si alternano di continuo al vertice del comune”. La disfatta dell’esercito italiano a Caporetto del 1917 determinò l’unità effettiva, secondo lo storico Aldo Toffoli. “L’evento che ha determinato un’autentica fusione tra i due municipi primigeni –spiega Toffoli- è la disfatta del 1917. Allora cenedesi e serravallesi si sono sentiti parte di un’unica città. E hanno sorvolato sulle proprie peculiarità e i tentativi di reciproca rivalsa.” Cenedesi e Serravallesi , oggi collegati dal viale della Vittoria, vennero uniti nel giorno dell’unità con la stessa via, chiamata della Riconciliazione; prima era stata via dell’imperatrice augusta, madre di Costantino il grande, che ispirò il nome di battesimo di Augusta alla figlia del capo goto Matruc, oggi nota come santa Augusta, patrona di Serravalle. Ceneda, in veneto Zeneda è da zum. zen.e.da, ‘immagineda della casa/cuore-e- illuminatazen, dal VI sec. a.C. fu l’unica residenza dei Veneti fino al IX sec. d.C. Era stesa da sud a nord lungo sei chilometri. Gli Ungari razziarono il centro della cittadina, più volte dal 900 al 950, determinando il vuoto trovato dal re Vittorio. Serravalle nacque al tempo di Federico Barbarossa; fu feudo dei Da Camino. Ceneda fu governata dai vescovi. L’atto del notaio Spinabello del 1228 stabiliva la partizione delle terre a Est, destra salendo l’odierno Visentin (i monti a nord), per i Serravallesi , ad Ovest per i Cenedesi. Le liti sulle proprietà rivelavano l’unità antica e perduta. L’antica città manteneva le uniche radici intrecciate sotto alle liti. Gli Ungari cristianizzati di Sigismondo d’Austria, in conflitto con Venezia, durante l’armistizio 1412-1418, fecero abbattere i muri che tenevano separate le due cittadine. Ci vollero più di 450 anni per avere l’unità di Vittorio! Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore Sostengo Agorà Magazine
Lunedì, 26 Settembre 2016 14:04
Pubblicata nel Bollettino ufficiale regionale n.107 del 22 settembre 2016 la determinazione dirigenziale n. 7 con cui si approvano disposizioni per i soggetti operanti nell’attività di produzione, commercializzazione e movimentazione di vegetali e prodotti vegetali nelle zone delimitate dalla D.D.S. 203 del 24/05/2016 per la presenza di Xylella fastidiosa.
Lunedì, 26 Settembre 2016 12:07
Le prostitute controllate con software spia installati nei loro cellulari, il botanico esperto in coltivazioni di canapa indiana, i contadini della marijuana e i campi di marijuana realizzati in boschi isolati e in aree appositamente disboscate per la coltivazione, è quanto hanno scoperto i Carabinieri della Compagnia di Torino Oltre Dora in mesi di indagini.
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Premio AQUILA D’ORO, premiati: Dott. Aurelio Capaldi, Giornalista RAI, per la sezione ‘Giornalismo’; S.E. Giulio Terzi di Sant’Agata, Ambasciatore, già Ministro degli Esteri, per la sezione ‘Istituzioni Diplomatiche’; Leader Nancy Pelosi, deputata e femminista statunitense già Presidente (Speaker) della Camera dei rappresentanti USA, per la sezione ‘Solidarietà Sociale’ (premiata in una sessione anticipata presso la residenza italiana dell’Ambasciatore John Phillips). Si è svolta sabato scorso, presso Sala convegni “Lorenzo Ciampa” - Parco Nazionale della Majella  - Abbazia Celestiniana in Sulmona, la cerimonia di consegna del Premio AQUILA D’ORO 2016. I riconoscimenti sono stati attribuiti al Dott. Aurelio Capaldi, Giornalista RAI, per la sezione ‘Giornalismo’, con la seguente motivazione: “per aver saputo coniugare magistralmente il racconto dello Sport agonistico con l’umanità dei grandi campioni e per aver tracciato un profilo inedito della prospettiva culturale nei luoghi dei principali eventi sportivi”; a S.E. Giulio Terzi di Sant’Agata, Ambasciatore già Ministro degli Esteri, per la sezione ‘Istituzioni Diplomatiche’, con la seguente motivazione: “per l’infaticabile attività diplomatica svolta con profonda dedizione e lealtà, elevando l’Italia a Nazione simbolo dei Diritti Umani e della Solidarietà, mantenendo fermo l’orgoglio italico per il rafforzamento dei valori della sovranità e della Patria; per aver lottato coraggiosamente contro le ingiustizie, divenendo per le nuove generazioni un esempio da imitare per costruire un futuro migliore; per il generoso impegno, speso nella promozione della cultura e della lingua italiana, teso a rafforzare i legami con gli italiani nel mondo”; alla Leader Nancy Pelosi, deputata e femminista statunitense già Presidente (Speaker) della Camera dei rappresentanti USA, per la sezione ‘Solidarietà Sociale’ (premiata in una sessione anticipata presso la residenza italiana dell’Ambasciatore John Phillips), con la seguente motivazione: . “per aver dedicato la Sua lunga carriera politica al Bene Comune, in particolare per aver contribuito con raffinata sensibilità e lucida intelligenza a rafforzare i Diritti Civili in America e i Diritti Umani in ambito internazionale, grazie anche ad un innato senso di solidarietà che ha elevato, per la prima volta nella storia, una donna ai più alti scranni istituzionali d’America” – la Leader Pelosi ha voluto evidenziare la gioia di ricevere il Premio con queste parole: “Sono particolarmente onorata di ricevere il Premio Aquila D’Oro che mostrerò con orgoglio negli Stati Uniti D’America ..... sono felice dei legami con l’Abruzzo del mio caro nonno che è emigrato da questa regione, lui è stato sempre orgoglioso delle sue origini abruzzesi pur vivendo a Baltimora, ciò è molto importante per me, per la mia famiglia e per il mio elettorato”. La Commissione Scientifica del Premio, presieduta dal Prof. Fabrizio Politi, ha inoltre conferito le seguenti Menzioni Speciali: a Massimo Moretti, imprenditore, per la sezione ‘Innovazione e Progresso’, con la seguente motivazione: “per aver creato un favorevole intreccio tra l’innovazione e la natura, capace di generare una nuova e più giusta prospettiva di sviluppo socio-economica”; al Coro Maschile Maiella, composto da 27 specializzati nell'esecuzione del canto popolare a cappella, per la sezione ‘Musica e Canto’, con la seguente motivazione: “per la preziosa attività artistica espressa in Italia e all’estero tesa a valorizzare la tradizione del canto popolare e le meraviglie del Paesaggio italico”; a Stefano Ricottilli, custode dell’Eremo di Celestino V, per la sezione ‘Bene Comune’, con la seguente motivazione: “per la costanza, la determinazione e il sacrificio operato nella custodia dell’Eremo di Celestino V, in forma volontaristica, per oltre 40 anni”. Come nella precedente edizione, anche l’undicesima ha visto la partecipazione attiva all’evento delle Istituzioni patrocinanti, il Presidente Giuseppe Di Pangrazio per il Consiglio Regionale, il Presidente Franco Iezzi per il Parco Nazionale della Majella, il Consigliere Roberta Salvati per il Comune di Sulmona,  il Consigliere Diego Mastrangioli in rappresentanza del Comune di Corfinio; presenti le rappresentanze della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, e gli amici del Premio provenienti dal Territorio Adriatico, dal Lazio, dall’Umbria e dalla Toscana oltre ad una folta rappresentanza dei Peligni. Un folto pubblico che ha dato calore ed energia alla XI edizione del Premio, che qualcuno in sala ha definito “di grande spessore socio-culturale e irripetibile per il valore dei premiati, i quali hanno rappresentato a pieno il Bene Comune”. Incantevoli i contributi musicali del Maestro Antonio Gentile.
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Dal 3 ottobre al 7 novembre, tornaLa Statale Cinema, la rassegnache apre alla città l'Aula Magna di via Festa del Perdono per un confronto apertoconartisti,criticiestudiosisui temi che maggiormente hanno segnatoe continuano a segnareil nostro immaginario.
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Brasilia (Brasile) - L’indagine che ruota intorno a uno scandalo di corruzione che vede coinvolti gli alti piani della politica del Brasile si allarga. Un altro ex ministrodi Lula è stato arrestato dai magistrati della “Mani Pulite” brasiliana.
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Prestigioso quarto posto per il triatleta del Centro Sportivo Carabinieri Giulio Molinari che ha onorato la maglia azzurra nel campionato del mondo di lunga distanza che si è disputato ad Oklahoma City (USA).
Lunedì, 26 Settembre 2016 00:00
A chi non è capitato di inviare per sbaglio su WhatsApp? Che si tratti di un errore o di un ripensamento, meglio sapere come rimediare. Ad aiutarci è 'La Legge per Tutti'. "Innanzitutto cerchiamo di capire cosa succede quando si invia un messaggio - scrivono sul loro sito -. Una piccola icona mostrata accanto il messaggio ci aiuta a identificarne lo stato".
Lunedì, 26 Settembre 2016 00:00
Promuovere il valore del cibo “buono, pulito e giusto”, nel rispetto di chi produce e in armonia con l’ambiente, grazie ai custodi del territorio: sono questi gli ingredienti che da sempre caratterizzano la filosofia Slow Food, ed è all’insegna di questi valori che sabato 1 e domenica 2 ottobre 2016 sbarcherà nel cuore dell’Isola il “Village dei sapori”.
Sabato, 24 Settembre 2016 04:22
La cinquina dei libri finalisti all'edizione 2016 del premio Kaos è composta solo di donne: fra queste c'è Licia Cardillo Di Prima, scrittrice famosa per la sua classe di nobildonna, per i vini che produce e per la sua passione per la storia della Sicilia. Il romanzo "Una pietra dall'aria" (Dario Flaccovio editore, 168 pagg., €15) è ambientato tra i cortili della zona della Tardara. All'inizio della nostra intervista ci rivela...
Domenica, 20 Settembre 2015 16:31
Caracas (Venezuela) -  Nella puntata odierna ospiti del direttore di Agorà Magazine  Umberto Calabrese il dr. Piero Di Dio, la dott.ssa  Vanessa Oliveira e il dr Esteban Garcia dell'Istituto Docente de Inmuno Diagnostico e By Latin America di Caracas (Venezuela) che illustrano le attrezzature all'avanguardia per la diagnosi di malattie, intolleranza e allergie alimentari
Martedì, 27 Settembre 2016 00:00
Ibisogni dei malati di epilessiatra definizione di unpiano di interventorichiesto dallaWorld Health Assembly della WHOe doveri costituzionaliditutela della salutenel convegno "L'epilessia esiste. Parliamone", che si terràgiovedì 29 settembre, presso la Sala Crociera Alta di Giurisprudenza. Ore 8.30, via Festa del Perdono 7.
Lunedì, 26 Settembre 2016 00:00
Oggi vi proponiamo un video di 1'59" Suggestive immagini video dall'alto con Drone di Pisa – video di  Massimo Lanini
Lunedì, 26 Settembre 2016 17:23
Title tag: Innovazioni e-commerce: spedizioni pacchi di BRT e polo logistico Amazon. Meta description: Italia e Lazio al centro di novità e-commerce, con i nuovi servizi di Bartolini corriere espresso e il centro logistico Amazon di Passo Corese, Rieti.

PIAZZA ITALIA Luglio PDF

PIAZZA ITALIA el periodico de los italovenezolanos

Piazza Italia luglio 2016 copertina

Libri in Promozione

Utenti Online

Abbiamo 806 visitatori e nessun utente online

ITALTV

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« September 2016 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30