ANNO XIII  Luglio 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 06 Dicembre 2016 13:55

La boxe di Puglia-Lucania ha un nuovo consiglio direttivo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il quadriennio olimpico 2017-2020 sara’ retto dal presidente tarantino Nicola Causi Responsabile tecnico Cataldo Quero della Quero-Chiloiro

La boxe di Puglia e Lucania ha un nuovo consiglio direttivo per il quadriennio olimpico 2017-2020. L’assemblea regionale ha eletto i membri del comitato nella giornata di sabato 3 dicembre a Bari presso la sede del Coni pugliese, decretando queste cariche all’unanimità: presidente FPI Puglia-Lucania Nicola Causi (già delegato federale Taranto), vicepresidente Fabrizio Baldantoni (presidente regionale uscente), consigliere responsabile società Fabio Pignataro (della società Rodio Brindisi), consigliere responsabile settore tecnico e già coordinatore del settore giovanile Cataldo Quero (della società Quero-Chiloiro Taranto), consigliere responsabile atleti Giuseppe Carafa (della società Be Boxe Copertino).

CAUSI: NEL SOLCO DELLA CRESCITA Passaggio di testimone presidenziale tra l’uscente Fabrizio Baldantoni ed il neo eletto numero uno Federboxe di Puglia-Lucania Nicola Causi. Estremamente positivo il bilancio del quadriennio del comitato regionale della boxe appulo-lucana, tracciato dal potentino Baldantoni, che ha evidenziato “la crescita del movimento, a tutti i livelli: giovanile, dilettantistico e professionistico. Virtuosa l’organizzazione, come attesta l’alto numero dei tornei indetti dal comitato, grazie alle virtù di dirigenti e tecnici”. Nel solco di questa vitalità pugilistica, si insedia la nuova presidenza retta dal neo eletto tarantino Nicola Causa, che ha posto i suoi obiettivi per il fresco mandato: “Trasparenza, crescita tecnica e fair play. Per il bene di uno sport che è legato fortemente al tessuto sociale. Il mio lavoro procederà quotidianamente al fianco dei membri del comitato, nel segno della compattezza, in rappresentanza di tutto il movimento territoriale”.

LE PRIMIZIE DELLA BOXE PUGLIESE Il pugilato pugliese è caratterizzato da diversi talenti che guardano positivamente al futuro. Si mettono in luce nel dilettantismo atleti che saranno protagonisti da oggi ai Campionati Italiani Assoluti “Elite”: Angelo e Francesco Magrì (Quero-Chiloiro Taranto), Giannandrea Mineo e Federico Antonaci (Vivere Solidale Taranto). Alla kermesse tricolore di Bergamo parteciperanno anche la coppia femminile al momento più luminosa, costituita dalla campionessa uscente Cristina Mazzotta (Rodio Brindisi) e la giovane in ascesa della Francavillese Cristina Garganese. Destano interesse anche i gemelli della Be Boxe Copertino Damiano e Nicola Cordella, che hanno fatto i recenti Mondiali “Youth”. Stessa categoria di atleti che hanno disputato i campionati italiani, che sono nel giro della nazionale e che hanno vinto tornei tricolori come Giacomo Di Staso, Francesco Carella e Salvatore Campanile (Taralli Foggia), Cosimo Attolino e Christian Morabito, e Andrea Malanga Youth (Kankudai Bari).

La Puglia è viva anche nel settore del professionismo: il fresco detentore nazionale dei pesi “Medi”  Andrea Manco (Melissano), il campione italiano “Neo Pro” 2015 Giuseppe Carafa (Ugento) ed il neo professionista dei “Supermedi” Luca Capuano, più volte scudettato “Elite”.

I NUMERI DELLA BOXE Su 834 società in Italia, 50 sono quelle presenti sotto l’egida della Federboxe di Puglia-Lucania. E’ di 428 il numero di atleti tesserati nel 2016 sui 7218 presenti a livello nazionale. I tecnici sono 107 su un totale italiano di 2326. Dodici gli atleti che da oggi a Bergamo partecipano agli “Assoluti” Elite, con 4 società rappresentate rispettivamente a livello maschile e femminile.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 814 times

Utenti Online

Abbiamo 1221 visitatori e nessun utente online