ANNO XIII  Giugno 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 16 Aprile 2017 20:55

Referendum in Turchia, vittoria risicata per Erdogan. Insorge l'opposizione

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Non lo si può certo considerare un trionfo ma alla fine Recep Tayyip Erdogan ha vinto. I “Sì” al referendum costituzionale sul presidenzialismo in Turchia sono stati il 51,22% contro il 48,7 dei “No”. In pratica i favorevoli sono stati 24 milioni 325 mila, i ‘no’ 23 milioni 170 mila.

Un vantaggio risicato ma sufficiente a cambiare il volto del Paese, anche se l’opposizione parla di brogli elettorali, sostenendo che un alto numero di certificati non presenterebbero il timbro ufficiale, informa Euronews.

Intanto Erdogan, definito già dai suoi avversari il “Sultano”, ha già detto di essere pronto a chiamare un nuovo referendum, e questa volta sulla permanenza di Ankara come Paese candidato alla Ue. E poi di essere pronto a un altro voto referendario: quello sulla reintroduzione della pena di morte, una misura eliminata nel 2004. Erdogan ora potrà assumere anche i poteri esecutivo, giudiziario e legislativo, senza più controlli da parte dell’Assemblea di Ankara. Il Paese si avvia così a diventare una autocrazia di stile mediorientale. Senza contare che Erdogan potrebbe a rimanere in carica fino al 2029, o addirittura fino al 2034.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 638 times

Utenti Online

Abbiamo 1050 visitatori e nessun utente online