ANNO XIII  Luglio 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 19 Giugno 2017 17:44

Taranto celebra la Giornata Internazionale del Rifugiato

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Prosegue l’ottava edizione dell’Hermes On Streets Summer’s Festival, promosso fino a settembre dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e dall’Associazione Strambopoli, cellula Arcigay nella provincia di Taranto.

Per il mese di giugno sono previsti appuntamenti quotidiani di sensibilizzazione al Puglia Pride 2017, la cui parata finale avrà luogo a Bari sabato primo luglio.

«Forti dell’entusiasmo dei riuscitissimi Pride delle scorse settimane – commenta Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay – siamo pronti a invadere altre tre città con le nostre vite, i nostri corpi, le nostre rivendicazioni. La nostra è una grande marcia per i diritti, perciò non ignoriamo il dibattito che proprio in questi giorni si è avviato in Senato sulla proposta di legge relativa allo ius soli. Siamo certi che l’Onda pride, con il suo effetto dirompente, sia la fotografia fedele di un Paese che chiede diritti, uguaglianza, pari dignità. A questa fotografia chiediamo si ispirino i parlamentari chiamati in questi giorni ad affrontare una discussione importante, il cui esito avrà ricadute significative nelle comunità che abitano questo Paese. I Pride tengono viva la battaglia per i diritti ed è, quindi, proprio dai Pride che ci uniamo a chi rivendica il diritto di essere considerato in Italia cittadino o cittadina come noi», conclude Piazzoni.

Si celebra in tutto il mondo, il 20 giugno, la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea generale dell’Onu e coordinato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) – il cui obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo.

La Giornata venne introdotta per la prima volta nel 2011, per commemorare il cinquantesimo anniversario dell’approvazione, nel 1951, della Convenzione relativa allo Statuto dei Rifugiati (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

A seguire i dettagli delle iniziative previste a Taranto.

 

Mimesi e Sonata in SOLstizio

Martedì 20 giugno alle ore 18.30, presso il Centro Intercultura Nelson Mandela, in Via Anfiteatro #219, torna “Mimesi”, ciclo di seminari promosso dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus in collaborazione con l’Associazione Strambopoli, braccio operativo Arcigay nella provincia di Taranto: scrittura e narrazione teatrale per conoscere meglio se stess* attraverso il confronto con l’altr* da sé. In occasione della Giornata Internazionale del Rifugiato, il tema dell’incontro è “Ogni essere vivente è in migrazione”. La partecipazione è libera e gratuita.

Come scrive Oriana Picciolini nell’introduzione critica alla personale “InMigrazione” dell’artista Alessandro Arrigo (in mostra alla Domus Romana, in Via delle Quattro Fontane a Roma, dal 13 al 19 luglio), «[…] migrazione come necessità di fuggire dal luogo di origine da guerre o dalla mancanza di cibo con l'intenzione di stabilirsi temporaneamente o permanentemente in un nuovo luogo. Ma anche un movimento che si compie in modo regolare, periodico (stagionale), lungo rotte ben precise. In tutti i casi gli esseri viventi rimangono legati da un filo alla zona da cui si inizia il proprio viaggio senza avere la certezza di poterla rivedere. […] non si può sfuggire alla necessità di migrare, perché ogni essere vivente ha bisogno di muoversi senza barriere.»

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 21 giugno, la Biblioteca Popolare in Via Pupino #90 a Taranto ospita, a partire dalle ore 20.00, un nuovo appuntamento del ciclo settimanale Il profumo di un libro, promosso dal 2011 dal gruppo di lettura e da migranti (LGBTIQ e non): ciascuno porta un libro a sé caro, ne racconta brevemente la sinossi, legge un passaggio significativo e condivide le emozioni suscitate dalla prima lettura.

In occasione della Giornata Internazionale del Rifugiato, i testi scelti sviluppano il tema delle migrazioni. Inoltre, in concomitanza con il solstizio d’estate, si assiste ad un crossover con Sonata in SOLstizio – format proposto dalla Hermes Academy ogni 21 dicembre e 21 giugno e giunto alla sua undicesima edizione – e l’appuntamento si arricchisce del recital musicale è a cura di Francis Allenby.

A chiusura della giornata, a partire dalle ore 21.30, una nuova tappa del ciclo “LogOut”, a cura del Gruppo Giovani di Arcigay e dal Gruppo Migranti Arcobaleno, che invitano soci e simpatizzanti a lasciare per un paio d’ore social, applicazioni, videogiochi e a tornare ad usare i vecchi giochi da tavolo e soprattutto a “guardarci negli occhi, poiché abbiamo voglia di stare insieme, di vederci di persona, di spegnere smartphone e tablet e di immergerci tra tabelloni e dadi, pedine e miniature”. Durante l’incontro è severamente vietato l’utilizzo di cellulari.

La partecipazione è libera e gratuita; si consiglia, però, la prenotazione al +39 388 874 6670.

Siamo sulla stessa barca: appuntamento interculturale nel centro storico di Taranto

Giovedì 22 giugno, in occasione della Giornata Internazionale del Rifugiato (che si celebra il 20 giugno), l’Associazione Salam (ONG ente gestore dello SPRAR di Martina Franca), in collaborazione con l’Associazione Rematori della Magna Grecia, il Centro Interculturale Nelson Mandela (all’interno del quale operano Hermes Academy e Strambopoli – Arcigay), il Centro Documentazione e Ricerca Le Sciaje, Co-working Ulmo, la Cooperativa Al Fallah, propone l’iniziativa Siamo tutti sulla stessa barca, al fine di focalizzare l’attenzione sullo “Spazio Mediterraneo Contemporaneo”, ponte di incontro tra popoli, ma anche confine geografico, per molti limite insormontabile.

Il mare è il vero protagonista di questa giornata, pertanto è stata scelta, come teatro naturale, la Città dei due Mari, Taranto, che è stata in passato e continua ad essere crocevia di popoli e culture. Ed è proprio nel capoluogo ionico che, da circa un mese, alcuni richiedenti asilo dello SPRAR di Martina Franca partecipano, due volte a settimana, alle uscite in barca, organizzate dall’Associazione Rematori Magna Grecia in vista della regata non competitiva organizzata per la Giornata Mondiale del Rifugiato.

A seguire, il programma dell’iniziativa.

Alle ore 16.30 dalla Pensilina Liberty, a margine di Piazza Fontana, parte la regata non competitiva, a cui partecipano alcuni richiedenti asilo, insieme ad operatori dell’Associazione Salam e rematori professionisti, che porteranno in mare ben visibile lo striscione plastificato #withrefugees, hashtag promosso e lanciato dall’UNHCR. Le due imbarcazioni impiegate attraversano il canale sotto il Ponte Girevole fino al Castello Aragonese, ritornando poi nell’isola antica, al punto di imbarco, dove due operatori culturali, Cataldo Mignogna (SPRAR di Martina Franca) e Angelo Cannata (presidente dell’Associazione Le Sciaje di Taranto), guidano tutti/e/* coloro che vogliano partecipare ad una passeggiata interculturale nel cuore del centro storico. La tappa finale è Palazzo Ulmo (in Via Duomo #55), con arrivo previsto alle ore 18.30 circa. La corte dell’antica costruzione ospita un dibattito, con la preziosa testimonianza di Vito Fiorino, conosciuto anche come “l’eroe di Lampedusa” per aver salvato, il 3 ottobre 2013, 47 persone da morte certa in mare. Tra gli interventi previsti quello della psicologa-psicoterapeuta Maria Tavenaux, con la ricerca “Vissuti traumatici e disagi psicologici”; della registra scrittrice persiana Maryam Rahimi, con la presentazione dell’esperienza cinematografica “Mare Nostrum”. L’attore e poeta Luigi Pignatelli, presidente delle associazioni Hermes Academy e Strampopoli – Arcigay, propone la lettura drammatizzata di alcune pagine a tema tratte dalla letteratura mondiale. Previsti i saluti dei referenti delle associazioni coinvolte, Simona Fernandez (Salam) Francesco Pacifico (Rematori Magna Grecia). Ad introdurre e moderare la giornalista Antonietta Podda, che presenta, a conclusione della serata, la sfilata de “La Maison de la Mode”, progetto sartoriale finanziato dall’USAIM-OIM, a cura della progettista Valentina Di Michele (Centro Interculturale Mandela). Negli spazi espositivi di Palazzo Ulmo è allestita, inoltre, la mostra fotografica “Al di là del mare: luoghi e volti dai luoghi di origine dei minori stranieri non accompagnati”.

La partecipazione alle attività è libera e gratuita.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 941 times

Utenti Online

Abbiamo 1060 visitatori e nessun utente online