ANNO XIII  Aprile 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 19 Settembre 2017 00:00

Taranto - Alla Cittadella della Carità lo spettacolo "il Treno" per la solidarietà ad Alzheimer più

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Venerdì 29 settembre 2017 Inizio ore 19,00 Presso la Sala conferenze della Cittadella della Carità zona Paolo VI

 IL TRENO nasce come laboratorio teatrale organizzato da Mama Dunia – Centro di Sperimentazione Teatrale in collaborazione con Falanthra onlus.

Ne è venuto fuori uno spettacolo vero in cui gli attori, nella più classica tradizione del teatro civile, non interpretano un personaggio ma sono loro stessi personaggi della rappresentazione.

Un treno come tanti, col suo carico di storie e di umanità che, per un guasto che poi scopriremo non essere realmente un guasto, si ferma in aperta campagna. Questa sosta forzata diventa occasione di bilancio della propria vita o di un episodio della propria vita da parte dei sette passeggeri che, nella finzione propria del teatro, a turno si estraniano dal resto dei passeggeri pensando ad alta voce a situazioni della loro vita.

Il filo conduttore dei sette monologhi rimane sempre il treno con la sua storia indissolubilmente legata alla storia dell’uomo dell’era industriale, e che porta tutti, alla fine, ad una importante riflessione.

 il tutto sarà  intervallato da musiche interpretate da Antonio Fanelli  mentre i monologhi sono stati scritti dagli attori stessi: Cesare Natale, Daniela Lelli, Irma Albano, Dora Guido, Rosa Carassi, Silvana Tarantini, Franco Martellotta.

Questo spettacolo nasce anche per aiutare “Alzheimer più”…tutti i proventi sono destinati alla raccolta fondi per questo progetto.

 “Alzheimer Più” una costola di Falanthra che si occupa specificatamente di malati di Alzheimer e dei loro caregiver cercando di colmare quel buco assistenziale che va dalla diagnosi all’aggravamento della malattia…quello spazio in cui si può ancora fare molto…ma soprattutto dare dignità ad un percorso di vita, che nella situazione attuale, porta ad un inevitabile isolamento sociale. Alzheimer più è portato avanti da volontari ed è situato nella zona Paolo VI”di Taranto

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1299 times

Utenti Online

Abbiamo 1131 visitatori e nessun utente online