ANNO XIII  Aprile 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 02 Dicembre 2017 07:03

Grottaglie (Taranto) - «Ospedale San Marco di Grottaglie, quali prospettive per il futuro?»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Giorno 30 novembre, presso la sede del Partito Democratico di Grottaglie, si è svolto un partecipato incontro/ dibattito che ha avuto come tema: “Ospedale San Marco di Grottaglie, quali prospettive per il futuro?” Sono intervenuti l’On.le Ludovico Vico, il Dott. Andrea Chiari, Direttore Amministrativo dell’ A.S.L. di Taranto ed il Sindaco di Grottaglie l’Avv. Ciro D’Alò.

Hanno partecipato al dibattito, numerosi operatori sanitari, le forze sindacali, il Comitato in difesa dell’ospedale e numerosi cittadini. Il segretario cittadino del Partito Democratico, Francesco Montedoro, nella sua introduzione ha illustrato i motivi dell’iniziativa, volta a trasmettere alle istituzioni presenti le preoccupazioni dell’intera comunità sulle sorti del San Marco, dopo l’inaccettabile Piano di Riordino Ospedaliero imposto dalla Regione Puglia.

Con il suo intervento il Dott. Chiari ha ribadito che il San Marco sarà riconvertito in Punto Territoriale di Riabilitazione e che la Regione ha già predisposto le risorse, pari a 6 milioni di euro, per attuare tale riconversione. L’A.S.L., tuttavia, in attesa della costruzione dell’Ospedale San Cataldo ha stabilito, tramite un protocollo, i servizi sanitari che il nosocomio grottagliese garantirà fino ad allora.

Dal canto suo il sindaco D’Alò ha sottolineato che l’A.S.L. è stata fino a questo momento inadempiente per ciò che concerne il mantenimento della piena funzionalità della struttura ospedaliera. Secondo il primo cittadino, e tale è il parere anche del Partito Democratico grottagliese, il protocollo predisposto dall’ A.S.L. non è sufficiente rispetto alle richieste dei servizi sanitari e alle potenzialità dell’Ospedale cittadino.

Infine l’On.le Vico ha sottolineato, ancora una volta, che l’ Ospedale San Marco di Grottaglie è, fino alla totale riconversione, una struttura inserita nel P.o.c. insieme al Santissima Annunziata ed al Moscati, e che per tale ragione, deve essere utilizzato. Visti i ritardi e lo svuotamento del nosocomio grottagliese, ci si chiede se non vi sia un qualche veto politico da parte di A.S.L. e/o Regione al suo utilizzo come stabilimento del P.o.c., visto il sovraffollamento del Santissima Annunziata e del Moscati.

A conclusione della serata il Dott. Chiari ha preso atto dell’insufficienza del protocollo di intesa proposto e della richiesta di rideterminazione dello stesso. La prova di quell’insufficienza è data dallo scarso utilizzo che l’Ospedale San Marco sta avendo come “valvola di sfogo“ degli altri stabilimenti della provincia. Importante è stata la disponibilità ottenuta di rivedere l’attuale modulazione dei servizi offerti, naturalmente nella direzione  di un ampliamento rispetto a quelli oggi presenti.

II Partito Democratico ritiene che l’incontro sia stato molto positivo e che abbia permesso alle istituzioni presenti, ASL e Comune di Grottaglie, di riannodare un dialogo costruttivo che negli ultimi tempi sembrava interrotto o quantomeno discontinuo. Vista la disponibilità dimostrata dall’ASL, riteniamo che sia giunto il momento per l’Amministrazione Comunale ed il Sindaco, in virtù del presente quadro e degli approfondimenti fatti nelle commissioni comunali preposte, di apportare quelle integrazioni migliorative al Protocollo dell’ASL, riguardanti le funzionalità del San Marco, di cui in parte si è discusso anche nell’ultimo incontro. Concludiamo dicendo che il tempo di inattività sicuramente rema contro la richiesta di servizi alla salute di cui i cittadini necessitano. Per tale motivo invitiamo le istituzioni competenti a stringere i tempi, affinchè si possa giungere ad una soluzione che soddisfi le richieste dell’intero territorio.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 654 times

Utenti Online

Abbiamo 1265 visitatori e nessun utente online