ANNO XIII  Agosto 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 10 Febbraio 2019 18:07

Venezuela, il colonnello Ruben Paz Jiménez riconosce Guaidò

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Caracas (Venezuela) - Il colonnello dell'esercito venezuelano Ruben Paz Jiménez ha ufficializzato ieri il suo riconoscimento di Juan Guaidò come presidente del Venezuela, disconoscendo l'autorità del presidente Nicolás Maduro, e chiedendo agli integranti della Forza armata nazionale bolivariana (Fanb) di "permettere l'ingresso di aiuti umanitari" per "salvare vite umane".

In un video fatto circolare sui social network il colonnello Jiménez, finora vicedirettore dell'Ospedale militare di Maracaibo, ha sostenuto che "facendo uso di un diritto costituzionale, il 23 gennaio ho marciato in uniforme insieme al popolo venezuelano per disconoscere Maduro come presidente e riconoscere il presidente dell'Assemblea nazionale, Juan Guaidò, come presidente ad interim e capo della Forza armata venezuelana". Il colonnello Jiménez è il terzo alto ufficiale a ribellarsi a Maduro dal 23 gennaio, dopo l'addetto militare venezuelano a Washington, colonnello José Luis Silva Silva, e il generale dell'Aeronautica, Francisco Esteban Yanez Rodriguez.

Continua la richiesta degli Italiani del Venezuela al Governo d'Italia (Lega-M5S-Maie) di riconoscere Guaidò. Lunedì Matteo Salvini Vice Premier riceverà una delegazione inviata di Guaidò

Continuano le Assemble Aperte (Cabildo Abierto) Italo Venezuelani in tutte le città del Venezuela, con tutti i deputati italo-venezuelani dell'Assemblea nazionale del Venezuela, i rappresentanti della Comunità degli italiani del Venezuela. Tutti hanno richiesto al governo italiano il pieno riconoscimento del legittimo e provvisorio Presidente del Venezuela, Juan Guaidó. L'Italia è  l'unico  Paese fondatore dell'Unione Europea, che finora non lo riconosce, i deputati italo-venezuelani del Parlamento del Venezuela il 06 febbraio, prima della riunione di Caracas, si erano recati dall'Ambasciatore d'Italia in Venezuela Silvio Mignano e gli hanno consegnato formalmente la richiesta della Comunità degli Italiani del Venezuela che diede al Governo d'Italia di riconoscere il Presidente ad Interim del Venezuela Juan Guaidó.

Cresce la speranza dei Venezuelani e soprattutto di noi italiani del Venezuelani (160 mila iscritti Aire) e italo-venezuelani (2 milioni di sangue italiano) che siamo la seconda più grande comunità europea in Venezuela, sul esito dell'incontro che avverrà lunedi 11 febbraio a Roma al Viminale fra il Vice Premier Matteo Salvini (Lega) e la delegazione inviata a Roma di Guaidò. Italia è l'unico fra i Paesi fondtori dell'Unione Europea, che ancora non riconosce Guaidò come legittimo costituzionale Presidente del Venezuela. Posizione di non "ingerenza" che di fatto è un appoggio alla dittatura di Nicolas Maduro che il 2 febbraio ha ringraziato Roma nel sostenerlo.

Read 624 times Last modified on Domenica, 10 Febbraio 2019 18:43

Utenti Online

Abbiamo 1109 visitatori e nessun utente online