ANNO XIII  Giugno 2019.  Direttore Umberto Calabrese

L'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, intraprenderà oggi una visita in Venezuela per sentire la grave crisi che si sta approfondendo nella foga della lotta per il potere e le sanzioni degli Stati Uniti.

Oltre il 90% della popolazione argentina è tornata a disporre dell'erogazione dell'energia elettrica, dopo circa 12 ore di un maxi blackout che ha messo al buio non solo l'intero territorio dell'Argentina (meno la provincia di Tierra del Fuego) ma anche…
Un enorme guasto nel sistema di interconnessione elettrica ha lasciato Argentina e Uruguay senza corrente. E' quanto riferisce dal suo profilo Twitter la società di fornitura elettrica Edesur Argentina. Secondo la Bbc anche parti di Brasile e Paraguay sarebbero interessate.…

Cari amici, con molto piacere vi annuncio un nuovo traguardo: fra pochi giorni sarà in libreria il mio nuovo libro (il terzo). Fra poco sarà a vostra disposizione la pubblicazione “Venezuela, l’Eden del diavolo”, edito da Infinito edizioni.

Il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha ricevuto l'incaricato d'affari del governo italiano, Placido Vigo. Lo rende noto il ministro venezuelano sul suo account Twitter ufficiale.

Ginevra -ONU (Svizzera) - Ha raggiunto quota 4 milioni il numero di venezuelani che hanno lasciato il Paese, teatro di una crisi economica e politica. Lo hanno affermato oggi l'Unhcr, l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, e l'Oim, l'Organizzazione internazionale per le migrazioni, in un comunicato congiunto.

In Italia i media continuano a disinformare sul Venezuela per loro l'opposizione venezuelana è, se va bene, di destra o estrema destra se non fascista;

Il Paese latinoamericano ha assicurato controlli più stretti su chi cerca di varcare la frontiera. I dazi sulle importazioni Usa dal Messico non scatteranno perché i due paesi hanno raggiunto un accordo per porre un freno all'immigrazione clandestina.

L'Unicef avverte che 3,2 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza di base e di misure di protezione in modo che non siano vittime di abusi o sfruttamento.

La Corte Suprema del Venezuela (TSJ) ha condannato il quotidiano digitale La Patilla a pagare oltre 5 milioni di dollari al numero due di Chavismo, Diosdado Cabello, per aver causato presunti "danni morali" riproducendo un rapporto che lo collegava al traffico di droga, secondo quanto riferito questo martedì da lo stesso giornale.

Utenti Online

Abbiamo 1147 visitatori e nessun utente online