ANNO XIII  Luglio 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Via libera dal governo di Malta allo sbarco dei 65 migranti a bordo della Alan Kurdi, la nave di Sea Eye. Saranno poi tutti ricollocati in altri Paesi europei, fa sapere il premier Joseph Muscat.

Published in Attualità

Ci sarebbe "un'altra barca in pericolo" nella zona Sar maltese. A raccogliere la segnalazione è stata Alarm Phone, secondo cui "ci sono circa 100 persone a bordo che dicono di essere in mare già da 3 giorni.

Published in Estera

 La società maltese controllava la Shernon Holding Srl. Giornalisti maltesi si recano presso l'indirizzo dove risulta la sede legale: ma non ne trovano traccia

Published in Economia & Finanza

La legge che protegge le frontiere esterne dell’UE, promossa dall’eurodeputata maltese Roberta Metsola, è stata approvata in via definitiva dal Parlamento Europeo.

Published in Estera

L’EVENTO / La mostra fotografica al Festival Giornalisti del Mediterraneo L’evento coinvolge la diplomazia internazionale, accademici, giornalisti e fotoreporter

Published in Costume & Società

Maestranze, ingegneri, architetti e artisti da secoli, se non dai tempi dei romani hanno lavorato ed abbellito questa splendida isola. Renzo Piano è nella continuità storica l’ultimo di una lunga serie.

Published in Cultura

Si teme per le condizioni dei migranti, che ora rifiutano acqua e cibo e potrebbero mettere in pericolo la propria vita

Published in Cronaca

Ancora un sequestro di droga da parte dei funzionari delle dogane. Questa volta a finire in manette è stato un cittadino nigeriano in arrivo da Roma Ciampino con un volo Ryanair sabato 22 dicembre.

Published in Cronaca

L'operazione è stata portata a segno dall'Agenzia delle Dogane, controllando i veicoli provenienti da Pozzallo

Published in Cronaca
Venerdì, 29 Giugno 2018 03:37

Malta chiude porti a navi Ong

Il governo maltese ha annunciato la chiusura dei propri porti alle ong, fino a quando non sarà conclusa l'inchiesta sulla Lifeline, la nave con a bordo 234 migranti approdata ieri dopo un rimpallo diplomatico durato giorni. In una nota, l'esecutivo afferma che gli eventi recenti hanno portato alla luce informazioni "finora non note" e che è dunque necessario "accertare che le operazioni condotte dalle entità che usano i servizi portuali e operano nell'area di responsabilità maltese avvengano sulla base delle leggi nazionali ed internazionali".

Published in Attualità

Utenti Online

Abbiamo 1274 visitatori e nessun utente online