ANNO XIV Febbraio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 07 Gennaio 2017 00:00

Pulsano (Taranto) - Meetup: «Questione tributi problema atavico, si applichi la definizione agevolata»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa pervenuto dal Meetup di Pulsano località in provincia di Taranto

La questione tributi a Pulsano è un problema che si trascina ormai da diversi anni, cioè da quando l'Amministrazione Comunale a guida Laterza ha imboccato il percorso accidentato dell'affidamento della riscossione alla Gestor, poi mutata in Tributi Italia S.p.A.e poi fallita portando con se la banca dati dei pagamenti effettuati dai cittadini pulsanesi.

Parliamo, quindi, di un vuoto e della ripristino della banca dati comunale per gli anni 2008 - 2009 e 2010 e che hanno coinvolto un numero consistente di cittadini, non solo evasori ed elusori fiscali.

Oggi, però, le motivazioni alla base della pioggia di avvisi di accertamento ed ingiunzioni di pagamento, piovuti sulla testa dei pulsanesi tra le fine del 2016 e questi primi giorni del 2017, potrebbero, in parte, coincidere con la necessità del Civico Ente di far quadrare il proprio bilancio, data la richiesta di pagamento di tributi del 2012, quali l'IMU, con un anno di anticipo rispetto alla prescrizione e con numerosi errori negli avvisi emessi.

Parliamo, infatti, di una mole di richieste senza precedenti: n. 121 ingiunzioni per la TOSAP 2010, n. 2 ingiunzioni per la TARSU 2009 e 2010, n. 1384  avvisi di accertamento ICI anno 2011, n. 3437 avvisi di accertamento IMU anno 2012, n. 26 avvisi di accertamento TARSU dal 2010 al 2015 per professionisti ed attività commerciali, n. 1450 solleciti per la TARSU 2011 e 1842 solleciti per la TARSU 2012, n. 212 avvisi di accertamento TOSAP PERMANENTE 2011, n. 121 avvisi di accertamento TOSAP TEMPORANEA 2011, n. 165 avvisi di accertamento TOSAP PERMANENTE 2012 alle quali si aggiunge la riscossione coattive delle violazioni del Codice della Strada per le infrazioni del 2011.

Il Meetup Pulsano chiede l'applicazione del disposto normativo previsto dall'articolo 6 ter della L. 1 dicembre 2016, n. 225 che dispone la definizione agevolata delle entrate degli enti locali.
Con riferimento alle entrate, anche tributarie dei comuni, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale notificati, negli anni dal 2000 al 2016, dagli enti stessi e dai concessionari della riscossione, i medesimi enti territoriali possono stabilire, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, con le forme previste dalla legislazione vigente per l'adozione dei propri atti destinati a disciplinare le entrate stesse, l'esclusione delle sanzioni. Gli enti territoriali, entro trenta giorni, danno notizia dell'adozione dell'atto di cui al primo periodo mediante pubblicazione nel proprio sito internet istituzionale.
 
Con tale provvedimento gli enti territoriali stabiliscono anche:

il numero di rate e la relativa scadenza, che non può superare il 30 settembre 2018;

le modalità con cui il debitore manifesta la sua volontà di avvalersi della definizione agevolata;

i termini per la presentazione dell'istanza in cui il debitore indica il numero di rate con il quale intende effettuare il pagamento, nonche' la pendenza di giudizi aventi a oggetto i debiti cui si riferisce l'istanza stessa, assumendo l'impegno a rinunciare agli stessi giudizi;

il termine entro il quale l'ente territoriale o il concessionario della riscossione trasmette ai debitori la comunicazione nella quale sono indicati l'ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione agevolata, quello delle singole rate e la scadenza delle stesse.

A seguito della presentazione dell'istanza, sono sospesi i termini di prescrizione e di decadenza per il recupero delle somme oggetto di tale istanza.
In caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell'unica rata ovvero di una delle rate in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme, la definizione non produce effetti e riprendono a decorrere i termini di prescrizione e di decadenza per il recupero delle somme oggetto dell'istanza. In tale caso, i versamenti effettuati sono acquisiti a titolo di acconto dell'importo complessivamente dovuto.

Il Meetup Pulsano, pertanto, ha inviato una istanza con la quale chiede all'Amministrazione Comunale di redigere ed approvare nel primo consiglio comunale utile ed entro la data del 1 Febbraio 2017, il regolamento che disciplina la definizione agevolata prevista dalla L. 225/16 delle ingiunzioni fiscali dei Comuni TARSU – IMU – ICI - multe stradali.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1019 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1110 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa