ANNO XIV Febbraio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 24 Gennaio 2017 00:00

Giorno della memoria, notizie dalla Toscana, dalla provincia di Cuneo, dall’Officina educativa di Reggio Emilia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il giorno memoria vede diverse realtà impegnate e vogliamo darne risalto in un pastone, dalla Toscana partito treno con 500 studenti, la Provincia di Cuneo illustra diverse iniziative nei comuni e la citta di Reggio Emilia si affida all’animazione dell’Officina Educativa

Toscana

Il treno per Auschwitz, il decimo treno della memoria da quando nel 2002 la Regione Toscana ha iniziato ad organizzarlo, è partito. Alle 12.53, con un ritardo di poco meno di un'ora. Un treno lungo sedici vagoni e carico di 501 studenti (e 60 insegnanti) da 59 diverse scuole superiori di tutte e dieci le province della Toscana, sessanta studenti universitari dei tre atenei di Firenze, Pisa e Siena oltre a diversi rappresentanti istituzionali e di associazioni. In tutto, compreso il personale di supporto e una squadra medica, 750 persone. L'arrivo in Polonia è previsto per le 7.30 di domani, quasi diciannove ore di viaggio, per poi muoversi all'inverso nel pomeriggio del 26 gennaio.
A bordo del treno, quest'anno dedicato a Primo Levi, anche la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, il vicepresidente Lucia De Robertis, il capogruppo di Sì Toscana a sinistra Tommaso Fattori, quello della Lega nord Manuel Vescovi, insieme al vicepresidente della Regione, con delega alla cultura, Monica Barni, l'assessore toscano all'istruzione Cristina Grieco. Sul treno sono saliti con i ragazzi, anche alcuni testimoni dell'Olocausto, come le sorelle Andra e Tatiana Bucci deportate a Birkenau e Gilberto Salomoni, deportato a Buchenwald a sedici anni. Marcello Martini e Vera Michelin Salomon, altri due deportati, aspetteranno invece i ragazzi direttamente a Cracovia.
Dalle tre del pomeriggio studenti e docenti incontreranno nel vagone ristorante esperti e rappresentanti della Comunità ebraica e di Aned, l'associazione degli ex deportati, di Anei (ex internati), di Anpi (partigiani) e delle associazioni Rom e Sinti e Azione Gay e Lesbica per ripercorrere le tappe della Shoah e conoscere le vicende di persecuzione e deportazione che colpirono ‘oppositori politici’, ‘zingari’, internati militari italiani e omosessuali. Sarà l'occasione anche per approfondire i fatti legati alla lotta di liberazione nazionale. I laboratori in treno, cinque all'andata e cinque al ritorno, quarantacinque minuti la durata di ciascuno e un'ottantina di studenti prenotati per ogni appuntamento, sono stati tenuti a a battesimo nell'ultima edizione del treno, nel 2015, ed anche stavolta riproposti. (fn)
 

Giornata della memoria, il patrocinio della Provincia di Cuneo

Programma di iniziative a Cuneo, Alba, Bra, Borgo San Dalmazzo, Beinette, Caraglio, Ceva, Chiusa di Pesio, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano.

La Provincia di Cuneo è ente patrocinatore delle iniziative promosse per la Giornata della memoria dall’Istituto Storico per la Resistenza su tutto il territorio provinciale con appuntamenti a Cuneo, Alba, Bra, Borgo San Dalmazzo, Beinette, Caraglio, Ceva, Chiusa di Pesio, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano. Sono in preparazione altre iniziative per il Giorno del ricordo che sarà celebrato il 10 febbraio prossimo in memoria della tragedia degli italiani e delle vittime delle foibe, oltrechè dell’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Per brevità indichiamo di seguito gli appuntamenti per la Giornata della memoria a Cuneo. Tutte le iniziative in programma nella Granda si possono reperire sul sito www.istitutoresistenzacuneo.it. Lunedì 23 gennaio alle 15,30 al Cinema Monviso lezione Unitre con la presentazione del libro di Muncinelli e Falco “Oltre il nome”. Venerdì 27 gennaio alle 9 e 11 al cinema Monviso incontro sul tema “Il veleno di Auschwitz. Primo Levi: il volto e la voce” con Frediano Sessi che incontra gli studenti delle scuole superiori. Alle 17 a Casa Delfino (corso Nizza 29 “La conoscenza è l’inizio”, concerto della “West-Eastern Divan Orchestra” a Ramallah (Palestina) e alle 21 al Teatro Toselli spettacolo “Foto di gruppo con violino. Storie di donne e musica per ricordare la Shoah” a cura di Anpi e Centro culturale “Ignazio Vian”. Domenica 29 gennaio alle 21, sepre al Teatro Toselli, “Omaggio a Herbert Pagani”, concerto di Marco Ferradini a cura di “Innovarsi”, in collaborazione con la Commissione “Giustizia e pace”. Lunedì 13 febbraio alle 10,30  al Teatro Toselli spettacolo teatrale “Le storie di Zhoran” per studenti delle scuole medie e superiori

Reggio Emilia

Giorno della memoria – Le iniziative promosse da Officina educativa per ricordare i settant'anni dalla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz In occasione della ricorrenza del Giorno della memoria, a settant'anni dalla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e dalla fine della Shoah, Officina educativa promuove una serie di iniziative sul tema della memoria all'interno dei locali dello Spazio culturale Orologio (via Massenet 17/a).

Giovedì 26 gennaio, alle ore 15, e venerdì 27 gennaio alle 21 è in programma la proiezione del film 'La rugiada di San Giovanni', il film di Christian Spaggiari, sull’eccidio de La Bettola, dove il 24 giugno 1944 i nazisti trucidarono 32 civili.

Giovedì 26 gennaio, al termine della proiezione, è previsto un incontro con il partigiano Livio Piccinini 'Delinger', autore del libro “Delinger, una scelta per la libertà”.

Il 27 gennaio, invece, dopo la visione del film sono in programma gli interventi di Liliana Del Monte in Manfredi, sopravvissuta alla strage de La Bettola e autrice del libro 'Il nazista e la bambina', il regista Christian Spaggiari, la sceneggiatrice Samanta Melioli e il compositore Beppe Carletti, autore della colonna sonora del film.

Entrambe le proiezioni sono gratuite. I posti disponibili per ciascun appuntamento sono massimo 50: è possibile prenotare telefonicamente al numero 0522/585396 o via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per tutta la settimana, fino a venerdì 27 gennaio, lo Spazio culturale Orologio ospiterà il percorso tematico dedicato al film 'La Rugiada di San Giovanni': negli orari di apertura dello Spazio, sarà dunque possibile visionare alcuni degli oggetti di scena e i costumi tratti dal film.

Una programmazione speciale è inoltre dedicata alle scuole: fino al 27 gennaio sono previste proiezioni e incontri con il regista e la sceneggiatrice del film e l’autrice del libro da cui è tratta la storia, a cui parteciperanno gli studenti delle scuole medie Enrico Fermi e Leonardo da Vinci e gli studenti dei GET Chico Mendes, Madres de Plaza de Mayo, Marco Polo e Martin Luther King. Per informazioni: Spazio Culturale Orologio via Massenet 17/A, 42124 tel. 0522 585396 Fax 0522 308261 e_mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1215 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1039 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa