Print this page
Lunedì, 27 Luglio 2015 07:36

Trento - Piazza Dante, il piano dei prossimi interventi

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il lavoro dell'Amministrazione comunale su piazza Dante è tutt'altro che concluso. Continua tuttora e continuerà anche nei prossimi mesi, con l'apertura a ottobre della nuova sede dell'Apt e a novembre della biblioteca giovanile all'ex palazzina Liberty.

Ma ci saranno anche nuove iniziative di animazione e interventi di tipo sociale”. Così il sindaco Alessandro Andreatta commenta l'articolo “Piazza Dante, dormitorio all'aperto” pubblicato oggi dalla stampa locale.

 

Prosegue il primo cittadino: “Piazza Dante è interessata oggi da una situazione sociale che non è locale e neppure italiana: qui stiamo scontando le conseguenze di conflitti, povertà, politiche fallimentari che nulla hanno a che fare con Trento, ma di cui dobbiamo comunque farci carico”.

Tre gli aspetti su cui l'Amministrazione comunale intende proseguire il proprio intervento nei prossimi mesi: “Innanzitutto continuerà la vigilanza della nostra polizia municipale con la pattuglia dedicata che ha il compito di pattugliare la zona. Cercheremo di essere più presenti nel sanzionare il consumo di alcol e tutti quei comportamenti che violano le regole della civiltà e del decoro. Proseguiremo anche la collaborazione con le altre forze di polizia, che da tempo hanno intensificato la loro presenza nella zona”.

Novità sono previste per quanto riguarda la pulizia dei luoghi pubblici: “A settembre sarà istituita una squadra aggiuntiva, che sarà incaricata non della pulizia ordinaria, ma che dovrà intervenire anche a chiamata nei luoghi più critici, frequentati o comunque a rischio. La squadra è solo una delle iniziative previste da un piano organico, in via di elaborazione proprio in queste settimane, per la pulizia e il decoro della città”.

Infine, non meno importante, c'è l'aspetto sociale: “Piazza Dante è costantemente monitorata dalla nostra Unità di strada, che conosce i frequentatori del parco, li contatta e li invita a rivolgersi ai Servizi sociali anche se, per vari motivi, molti non accettano di essere inseriti in un percorso di uscita dalla marginalità. Intendiamo contattare il Cinformi, per monitorare la situazione dei richiedenti asilo, capire in che misura il fenomeno interessi la nostra città e adottare le soluzioni più opportune. Nei prossimi mesi vareremo infine nuove iniziative che ci diano la possibilità di dare un'occupazione ai senza lavoro che ne hanno i requisiti”.

Conclude il sindaco: “Questo è un periodo particolare per il parco di piazza Dante. A causa delle alte temperature e del periodo di vacanza, le famiglie e i bambini non frequentano il luogo. D'altro canto, per lo stesso motivo, il parco è diventato metà di chi non ha un tetto sotto cui dormire. In futuro però la situazione è destinata a migliorare: con l'apertura della palazzina Liberty, ci sarà un presidio permanente, che si aggiungerà a quello settimanale del mercato contadino e a quello periodico del mercatino dei Gaudenti. A ottobre aprirà anche la sede dell'Apt, dunque pure il lato vicino al laghetto sarà più vissuto. E a dicembre torneranno le iniziative del Natale, che tanto successo hanno avuto l'anno scorso. Di sicuro, abbiamo intenzione di continuare a investire su piazza Dante, perché riteniamo sia un luogo dalle grandi potenzialità”.

Read 783 times