ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 02 Agosto 2015 15:56

Tuffi, Tania Cagnotto nuovo bronzo terza nel sincro con Verzotto

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Kazan (Russia) - Gli azzurri Maicol Verzotto e Tania Cagnotto hanno vinto la medaglia di bronzo nel sincro misto, ultima gara dei Mondiali di tuffi di Kazan.
  La coppia bolzanina ha chiuso con un totale di 315.30 punti, salendo cosi' sul gradino piu' basso del podio.

Oro per i cinesi Wang Han e Yang Han (339.90), argento per i canadesi Jennifer Abel e Francois Imbeau-Dulac (317.01). Per la Cagnotto, al suo ultimo Mondiale in carriera, si tratta della decima medaglia iridata in carriera, la terza in questa rassegna russa dopo l'oro nel trampolino da un metro ed il bronzo da uno. L'Italtuffi dunque porta a casa un totale di tre podi (un oro e due bronzi).

"Argento o bronzo non fa differenza, l'importante era salire lassu'. Sono felicissima, non potevo chiudere in un modo migliore quello che e' stato il mio piu' bel Mondiale in carriera". Cosi' Tania Cagnotto commenta a Raisport la conquista del bronzo, assieme a Micol Verzotto, nella gara iridata del sincro misto da tre metri, l'ultima della rassegna russa e della bolzanina in un Mondiale.
  "Stamattina ci ho pensato, volevo chiudere in bellezza ed e' andata cosi' - spiega la 30enne tuffatrice delle Fiamme Gialle a Raisport - Maicol e' stato davvero bravo: io venivo da tante gare ed ero veramente tranquillo, lui anche ha gareggiato tanto ma sapeva che si stava giocando qualcosa. In piu', e' un piattaformista: non e' stato facile per lui fare una gara cosi' bella". Nella mente della Cagnotto Rio e' ancora lontana: "Sono piu' che soddisfatta della mia carriera, le Olimpiadi saranno solo una festa, e vada come vada. Per adesso non ci penso, penso alla Coppa del Mondo per qualificarmi nel sincro, poi si vedra'".

"Sono felicissimo, e' qualcosa di indescrivibile - dice Verzotto, tesserato per le Fiamme Oro - Sapevamo che potevamo giocarci qualcosa e siamo riusciti a trovare la tranquillita' sino alla fine. Tania? Devo ringraziarla, mi ha dato la possibilita' di gareggiare per una medaglia cosi' importante". In sede di bilancio, parola al ct azzurro Giorgio Cagnotto: "E' un bel bottino, alla vigilia dei Mondiali non pensavamo di poter vincere tre medaglie. Questa nel sincro misto poteva essere fattibile - aggiunge - potevamo strappare un argento ma siamo comunque strafelici. Complimenti a Verzotto, veniva da una gara mancata nella piattaforma, era la sua chance e non e' un trampolinista. E' stato bravo a tenere botta anche perche' sentiva la pressione". Sua figlia Tania, invece, ha conquistato la decima medaglia iridata: "Queste tre medaglie vinte a Kazan chiudono solo al 90% la sua carriera, un pezzettino la lasciamo aperta... Ha fatto un bel percorso, si e' allenata sempre professionalmente e i risultati sono arrivati. Da qui a Rio non faremo cose diverse, abbiamo anche gli Europei a Londra, che sono importanti. Dobbiamo miscelare le gare e tenere conto dell'eta', che non e' piu' quella di 6-7 anni fa". (AGI)

Read 403 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1122 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa