ANNO XI  Novembre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 21 Aprile 2017 00:00

E chiunque non ascolterà quel profeta, sarà estirpato di mezzo al popolo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In quei giorni, mentre lo storpio guarito teneva Pietro e Giovanni, tutto il popolo fuor di sé per lo stupore accorse verso di loro al portico detto di Salomone. 


Vedendo ciò, Pietro disse al popolo: "Uomini d'Israele, perché vi meravigliate di questo e continuate a fissarci come se per nostro potere e nostra pietà avessimo fatto camminare quest'uomo? 
Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, il Dio dei nostri padri ha glorificato il suo servo Gesù, che voi avete consegnato e rinnegato di fronte a Pilato, mentre egli aveva deciso di liberarlo; 
voi invece avete rinnegato il Santo e il Giusto, avete chiesto che vi fosse graziato un assassino 
e avete ucciso l'autore della vita. Ma Dio l'ha risuscitato dai morti e di questo noi siamo testimoni. 
Proprio per la fede riposta in lui il nome di Gesù ha dato vigore a quest'uomo che voi vedete e conoscete; la fede in lui ha dato a quest'uomo la perfetta guarigione alla presenza di tutti voi. 
Ora, fratelli, io so che voi avete agito per ignoranza, così come i vostri capi; 
Dio però ha adempiuto così ciò che aveva annunziato per bocca di tutti i profeti, che cioè il suo Cristo sarebbe morto. 
Pentitevi dunque e cambiate vita, perché siano cancellati i vostri peccati ».
e così possano giungere i tempi della consolazione da parte del Signore ed egli mandi quello che vi aveva destinato come Messia, cioè Gesù. 
Egli dev'esser accolto in cielo fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose, come ha detto Dio fin dall'antichità, per bocca dei suoi santi profeti. 
Mosè infatti disse: Il Signore vostro Dio vi farà sorgere un profeta come me in mezzo ai vostri fratelli; voi lo ascolterete in tutto quello che egli vi dirà. 
E chiunque non ascolterà quel profeta, sarà estirpato di mezzo al popolo. 
Tutti i profeti, a cominciare da Samuele e da quanti parlarono in seguito, annunziarono questi giorni. 
Voi siete i figli dei profeti e dell'alleanza che Dio stabilì con i vostri padri, quando disse ad Abramo: Nella tua discendenza saranno benedette tutte le famiglie della terra. 
Dio, dopo aver risuscitato il suo servo, l'ha mandato prima di tutto a voi per portarvi la benedizione e perché ciascuno si converta dalle sue iniquità". 



Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 24,35-48. 
In quel tempo, di ritorno da Emmaus, i due discepoli riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto Gesù nello spezzare il pane. 
Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». 
Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma. 
Ma egli disse: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? 
Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho». 
Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. 
Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». 
Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; 
egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. 
Poi disse: «Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». 
Allora aprì loro la mente all'intelligenza delle Scritture e disse: 
«Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno 
e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. 
Di questo voi siete testimo

 

Quel popolo dal quale verrà estirpato chiunque non ascolterà quel profeta sorto in mezzo a voi è il popolo di Dio, quello che segue papa Francesco e l’emerito Benedetto XVI, che ha fatto novant’anni il 16 aprile. Ha bevuto un boccale di birra.

La birra è rubricata anche nel lexicon zumero:

bi2-ra

  mixed, mingled (bir, ‘to scatter, mix’ + nominative).

Qua il senso della spuma di birra è perfetto; però non è corretta la forma in bir.

Dunque, poiché kakkab bir, kakkab dabu è la stella-costellazione di Antares, chiariamo:

bir

   n., destruction (cf., ellag2) (ba, ‘to divide’, + ir10, re7, ‘to stir, mix’) [BIR archaic frequency:].

   v., to scatter, mix; to wretch; to murder.

Risalendo da terra in cielo, la filastrocca veneta –salto biralto, me rompo al colo, me rompo al viso, salto in paradiso- rende l’idea dell’effetto di un salto al cielo, come nel gioco del pirol parol: ci si può azzeccare, come a baseball col fuori-campo, o fallire in aria e rimaner distrutti.

bir (2, 4)

  n., mistiness (of the eyes) (ba, ‘inanimate conjugation’, + er2, ir2, ‘to weep’ and ur5, ‘to smell’, with possibly a hidden meaning of to dry for Vr or ara4 as also seen in dur2).

  v., to sniff, wrinkle one’s noose; to dry up, shrivel up.

  adj., flaccid, shriveled up (said of a penis).

In terra, è l’effetto dispersivo del gesto del seminatore che sparge il seme:

bir…aka

  to sow broadcast (not in furrow with a plow); to dehusk (‘to scatter’ + ‘to do’).

BIR-gun3

   (cf., ellag2-gun3-gun3-nu).

La replica bir-bir pari a bab-bar, ‘porta-aperta da luce’ è l’esplosione di luce:

bir2-bir2

  (cf., babbar).

bir3 [ERIM/PIR2]; bir2 [UD]

  yoke; team (of donkeys/animals) (ba, ‘inanimate conjugation prefix’, + ir10, ‘to accompany, lead; to bear; to go; to drive along or away’, the plural hamtu for to go’, cf., re7) [??; concatenation; ZATU-143 ERIM].

bir3-inim-kes2-de6

  contractually bound worker (‘yoke’ + ‘oath, agreement + ‘to bind’).

gisbir3-mar

wagon yoke (‘yoke’ + ‘wagon’).

bir5 [NAM]

  locust, grasshopper; sparrow (cf., sim, sin2musen; bir3 for animals in plural numbers).

bir6, 7

   to rip to pieces; to shred; to break (cf., bir for similar semantics).

bir 9 [NE]

to blaze, flame up (cf., bar6, 7 for similar semantics.

Qua, anche un cieco, ma attento, può riconoscere EN il Signore a lettura circolare di NE.

Am.En, ‘-che venga-am –il Signoreen’.

am3 [A. AN]

  writing of coniugation prefix /a-/ with ventive element /-m/ in NS and OB texts – compared with im-ma .

 

en

   n., dignitary; lord; high priest or priestess; ancestor (statue); diviner [EN archaic frequency].

  v., to rule.

  adj., noble (cf., uru16 [EN] (-n)).

Inviato da Posta per Windows 10

Read 255 times Last modified on Giovedì, 20 Aprile 2017 17:58

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

I due becchini della Nazionale italiana

Utenti Online

Abbiamo 1756 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa