ANNO XI  Ottobre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 28 Aprile 2017 09:08

L'attrice Debora Cattoni mano nella mano con Mickey Rourke nel film "The cheat on the run"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Sarà l'attrice italiana Debora Cattoni la coprotagonista nel film del regista Carlo Fusco, accanto al ribelle Mickey Rourke, indimenticato sex simbol di 9 settimane e 1/2. Un film interamente girato in Italia e piu' precisamente a palermo. L'attrice vestira' i panni di una camionista lesbica che avra' a che fare con la mafia.

Debora si racconta ad Agorà Magazine, tra la nascita del film, le sue serate magiche, la sua vita in famiglia e il suo essere perennemente in viaggio.

Debora sei in procinto di girare le scene del film, firmato dal regista Carlo Fusco, "The cheat on the run", ci puoi anticipare la trama del film?

La trama e' ambientata in Sicilia, a Palermo, storia di mafia, mafia giapponese riconosciuta dallo stato ( Yakuza) contro mafia siciliana. Io interpreto una donna lesbica, una camionista che tutto il giorno scarica pacchi, che va in viaggio verso il Messico e da un passaggio a una donna islamica, quindi uno sguardo all'attualità, una donna a cui è stato sottratto un figlio (gliel'hanno ucciso), dramma e sentimenti mixati ad un furto che lei stessa fa in una banca, dove viene sottratto un documento importante, e per quel documento e' guerra.

 

Lavorerai accanto all'attore Mickey Rourke: che effetto ti fa essere coprotagonista con lui nel film?

Essere coprotagonista di questo film mi da un senso di magia, un cocktail di emozioni; per me e' la prima volta lavorare per un ruolo così importante. Mickey l'ho sempre visto nei film come " Orchidea Selvaggia o in 9 settimane e 1/2 " per me e' come far parte di un sogno, di qualcosa di irreale, perché e' un mito, perché e' uno degli attori più pagati di Hollywood, un'icona del vero cinema, posso solo imparare da uno come lui anche senza studiare, ricordiamoci poi che nel suo ultimo capolavoro come " The wrestler" ha vinto il leone d'oro e a distanza di tempo ha riconfermato il grande attore innato che e' in lui. L'ho procacciato io per Carlo Fusco, ho pensato che Mickey potesse essere l'uomo perfetto per questo film che passerà alla storia. Carlo lo stimo molto ed e' un grande regista che si è fatto da se, come me.

Come hai conosciuto il regista Carlo Fusco?

Carlo mi ha cercato attraverso i social. Facebook per me e' stato il mio lancio, anzi dico a tutti che oggi abbiamo una possibilità in più di essere scoperti attraverso questo canale, dove anche da casa possiamo essere spiati o visti dai migliori registi e produttori. Quando ho ricevuto il suo messaggio in posta privata ho pensato di essere in un film, ora ci sono per davvero.

Tu sei una donna sempre in movimento, energica, con la parola pronta. Il tuo personaggio nel film ti assomigliera sotto questo aspetto?

Sono sempre in movimento, quindi in macchina, treno, qualsiasi mezzo possa portarmi lontana per nuove collaborazioni o conoscenze di luoghi e persone. Si, mi assomiglia molto il personaggio che interpretero', perché sono una persona umile, che ha fatto tanti tipi di lavori; questo di corriere mi mancava (Ride N.d.r.). Nella vita non sono lesbica, ma ho tante amiche lesbiche, quindi diciamo so come comportarmi e da queste amiche, attraverso il loro comportamento, posso sicuramente trarre spunto. Mi sento femminile e maschile allo stesso tempo, ho un volto camaleontico e Carlo mi ha studiata bene. In tante foto che ho sono sempre diversa, spesso assumo atteggiamenti dandy, da uomo, perché mi piace, credo che la sua intuizione non sia stata a caso. I registi hanno gli occhi lunghi per captare il personaggio nascosto in ognuno di noi. Ho sempre la parola pronta, vero!!!! Che ne sai?

 

Non tutti sanno che hai intenzione di portare Mickey Rourke in giro per Palermo. E' vera questa indiscrezione?

Mickey lo porterò e lo porteremo in giro per Palermo, si sì tutto vero!!!! Lui fra l'altro va pazzo per gli animali, in particolar modo per il cane volpino che ha in comune con il regista Carlo Fusco, e pensa che fa mangiare al cane, della nostra bella Italia, la carbonara!!!! Quindi mi toccherà trovare un ristorante che faccia della buona carbonara!!!!! Lui è molto attento a far mangiare bene i suoi cani.

Ci racconti un po' di te?

Raccontarti di me? Allora mi definisco una ragazza come tante, cento donne in una, e anche un po' Faccio Cose e Vedo Gente, come il nome associato al mio blog www.selfiemadegirl.c­om ti spiego.... ho 100 modi di essere, sempre differente in base alle situazioni pur rimanendo me stessa. Sono appassionata della vita, dell'arte, il buon vino a tavola, il cibo, la fede, credo molto. Ho solo un problema, non trovo l'uomo giusto per me. Sono diventata troppo esigente. Dico solo che il mio uomo sarebbe meglio non sia un'artista. Mi piace recitare perché posso calarmi in ciò che voglio. Secondo me emozionare gli altri e' qualcosa di magico. Vedere le persone che ti ricordano per qualcosa che hai fatto di grande e' una pura adrenalina. Mi chiamo come una citazione di Nanni Moretti, perché Faccio tante cose e Vedo tanta gente sul serio, dalle più grandi celebrities ai barboni per strada con cui amo parlare. Quello che faccio e' per me e mia madre, poi vorrei portare nel mio mondo mio fratello, vediamo!!!!

Ti abbiamo visto in giro per Milano e in altre occasioni mondane con presenti personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema e del gossip. Eri in compagnia della sempre in forma e simpaticissima Sara Tommasi: cosa vi lega? Sei la sua manager?

Sara e' una cara amica, con lei vado spesso in giro, mi piace confrontarmi con artisti. Lei ha una dolcezza innata, e' una persona molto sensibile. Lei si affida a me, si fida moltissimo e va dove si sente a casa. Anche ora mentre sto rispondendo a questa intervista, ritorno da un pranzo fatto a Terni, nella sua città madre; ero con lei, sempre felice di vedermi. Potrebbero nascere sicuramente tante cose insieme. Basta crederci e seguire un buon percorso pulito. La scorsa settimana eravamo insieme a Milano all' Hollywood, al party "Mio Magazine" con tanti personaggi del gossip e spettacolo, con noi c'era anche Massimo Boldi al tavolo. Vedere Sara felice mi fa stare bene. Aiutare gli altri e' sinonimo di intelligenza. Credo.

Il film "The cheat on the run" e' un bel colpo, se pensiamo che viene girato proprio in Italia. Hai altri progetti in via di sviluppo, sotto l'aspetto cinematografico?

Si un bel colpo come film direi, visto che la distribuzione e' la Lionsgate. Una produzione Lykos Film, con cui collaboro. Verrà distribuito nel 2018 in tutto il mondo. Ho anche un altro progetto cinematografico con una sceneggiatrice che si chiama Anna Crivelli, un lungometraggio dove si racconterà tutta la sua vera storia, con il finale della vera storia di Ava Gardner, con Anna ci conosciamo da anni ormai, e' una signora di circa 73 anni, che vive fra Positano, Cortona, New York, Roma, Trastevere sotto casa di Bernardo Bertolucci. Lei era una figlia dei fiori, capitalista, mi ha affascinato molto il suo percorso, vediamo che succede, sarò un'attrice nel suo film. Ma ancora Top Secret.

Debora, adesso passi davanti a uno specchio, ti rifletti, ma dall'altra parte ci sei tu ragazzina, adolescente. Vi guardate, vi sorridete.....cosa ti dice quella bambina?

Mi guardo spesso dentro, allo specchio e lui stesso mi dice che devo continuare ad osare. Io l'ascolto, perché in quello specchio infatti c'è la vera ragazzina, quella Debora che non ha mai mollato, e che cresciuta da sola, si è fatta da sola. A 13 anni mi cucinavo la pasta, ero in solitudine, mia mamma lavorava sempre, mio fratellino era piccolo, mio padre assente. Giocavo a campana con i miei amici, ero felice con poco, Il ricordo da ragazzina viaggia fra i campi di casa mia, fra i pomodori e mia nonna Eva, Bruna, nonno Tito e Quinto, e tutti quei valori che rivedo quando sono sola. Sono cresciuta con i nonni e non mi dimentico di niente. Mia madre fra l'altro è' stata una grande madre e io devo tutto a lei. La bambina che e' in me mi dice " Qualunque cosa bella ti accada te lo meriti, resta come sei, fra un Red Carpet e i campi di nonna Eva"

Grazie per la tua disponibilita' Debora ed in bocca al lupo per il film.

Grazie a Voi!!!!! A presto.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1452 times

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Sciopero della fame Ius Soli…

Utenti Online

Abbiamo 1788 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa