ANNO XI  Agosto 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 13 Agosto 2017 00:00

Credit Suisse: "Basta operazioni sui titoli del Venezuela"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il colosso svizzero Credit Suisse, ha bloccato qualsiasi transazione relative al debito del Venezuela e per i prodotti finanziari emessi da Caracas. Le relazioni finanziare tra i 2 paesi saranno sospese. Congelate le transazioni di 2 obbligazioni: una emessa nel 2014 dalla società petrolifera pubblica PDVSA e un'altra proveniente direttamente dal governo. Sospesi i prodotti finanziari emessi dal governo maduro a partire dal 1°giugno 2017. Lo stesso vale per persone e imprese private afferenti a uomini di governo.

Se anche una grande banca svizzera prende le distanze da Maduro, vuol dire che il Venezuela è messo davvero male. Soprattutto se, come nel caso di Credit Suisse, l'istituto guidato da Tidiane Thiam ha invocato una questione di reputazione. A pochi giorni, oltretutto, dalle nuove sanzioni con cui Donald Trump ha vietato ai propri connazionali di fare affari con il regime di Maduro, trattato praticamente come un bandito.

In realtà, stando a diversi organi di stampa, con un memorandum interno Credit Suisse avrebbe già invitato i propri operatori finanziari a non trattare due obbligazioni venezuelane. Una è stata emessa direttamente dal Governo di Caracas, l'altra da Petroleos de Venezuela. In questo secondo caso la banca svizzera vuole evitare la figuraccia di Goldman Sachs che a fine maggio ha acquistato 2,8 miliardi di dollari di quel bond, con uno sconto del 70%. Di più: "I dipendenti di Credit Suisse - riferisce il tg della TV pubblica di Ginevra - hanno l'ordine di ignorare tutti i prodotti finanziari, emessi dopo il primo giugno del 2017 dal Governo di Nicolas Maduro".

Massima attenzione dovrà essere osservata, pure, nelle relazioni con imprese e privati del Venezuela. In realtà pare siano state proprio le sanzioni decise dagli USA a mettere in moto l'irrigidimento del Credit Suisse, verso Caracas.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 925 times

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

 

Utenti Online

Abbiamo 890 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine