ANNO XI  Dicembre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 20 Settembre 2017 02:45

Il terremoto del Messico centrale uccide più di 100 persone, e abbatte edifici

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Almeno 116 persone sono morte nel terremoto di magnitudo 7.1, questo quanto hanno dichiarato finora i funzionari messicani. La maggior parte delle perdite sono state riportate negli stati di Puebla, Morelos e Messico, e Città del Messico, la capitale.

Il governo ha detto che 3.8 milioni di clienti nel Messico centrale avevano interrotto il loro servizio di fornitura elettrica. Il presidente Enrique Peña Nieto ha detto che 27 edifici sono crollati nella capitale, che è a circa 75 miglia dall'epicentro, ha riferito la affiliata di CNN Foro TV.

Il terremoto ha colpito qualche ora dopo le manifestazioni ed esercitazioni commemorative sull'anniversario di un devastante terremoto che uccise migliaia di persone a Città del Messico, più di tre decenni fa. Una sorta di beffa della natura. 

Il terremoto ha colpito a una profondità di circa 33 miglia (51 km).

"Sotto i 70 chilometri è considerato un terremoto poco profondo", ha detto il meteorologo di CNN Allison Chinchar. "È importante, perché i terremoti superficiali spesso causano il maggior danno, rispetto a quelli più profondi, indipendentemente dalla forza, ma anche questo è stato un terremoto relativamente forte".

Ecco gli ultimi sviluppi:

• Il ministro dell'Istruzione Aurelio Nuño ha scritto tweet: "tutte le scuole pubbliche e private di Città del Messico vengono chiuse fino a nuovo avviso". Ha detto che anche le scuole negli stati di Puebla e Guerrero sono state anche chiuse.

• L'aeroporto di Città del Messico chiuso per un certo tempo ha riaperto di sera. Non è stato riportato alcun danno alle sue piste.

• I funzionari locali e statali hanno dato questi numeri di mortalità: 54 nello stato di Morelos, 27 nello stato di Puebla, 27 in Città del Messico e otto in stato di Messico.

• Il governatore di Puebla ha detto a Twitter che ci sono state segnalazioni di edifici danneggiati. Tony Gali ha invitato i residenti a seguire i protocolli di sicurezza della protezione civile.

• Peña Nieto ha scritto tweeted che ha ordinato l'evacuazione degli ospedali che hanno subito danni. Ha anche ordinato il trasferimento di pazienti ad altre unità mediche.

• Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scritto tweet: "Dio benedica il popolo di Città del Messico, siamo con voi e saremo lì per te". (articolo e video CNN)

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 813 times

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

“La gogna facile”…

 

Utenti Online

Abbiamo 1846 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa