Print this page
Giovedì, 28 Settembre 2017 00:00

M5S su Ryanair chieda a Bruxelles di indagare nel rispetto dei diritti delle persone

Written by 
Rate this item
(0 votes)

D’Amato (M5S)scrive alla Commissione Ue: “Operazione di mercato per nuove acquisizioni? Bruxelles indaghi e faccia rispettare i diritti di consumatori e lavoratori”

“Non vorrei che la cancellazione di 21mila voli da parte di Ryanair sia un’operazione di mercato utile a risparmiare risorse per nuovi slot aeroportuali o per acquisire compagnie minori. L’Ue indaghi e faccia rispettare i diritti di consumatori e lavoratori”. E’ quanto chiede l’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle, Rosa D’Amato, in una interrogazione alla Commissione europea. “La cancellazione di circa 21mila voli da parte della compagnia aerea Ryanair – continua D’Amato - non puo’ passare come una normale prassi aziendale. Ryanair deve risarcire i consumatori e lo deve fare in modo chiaro e trasparente. L’Ue faccia rispettare la normativa comunitaria e accerti se la proposta fatta ai piloti da parte della compagnia irlandese di rinunciare al periodo di riposo a fronte di un corrispettivo economico non vada a danno della condizione psicofisica dei lavoratori e più in generale della sicurezza”.

“A seguito della cancellazione di 21.000 voli Ryanair – si legge nell’interrogazione - è stato aperto un procedimento istruttorio nei confronti del vettore aereo irlandese per presunte pratiche commerciali scorrette in quanto tali cancellazioni sarebbero riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note. Inoltre le modalità delle informazioni sulle possibili soluzioni (rimborso o modifica biglietto) potrebbero indurre in errore i consumatori circa il loro diritto alla compensazione pecuniaria” previsto dalle norme Ue.

Per queste ragioni, l’europarlamentare M5S ha chiesto alla Commissione Ue di far “garantire il rispetto della normativa comunitaria sia con il vettore aereo che con le agenzie nazionali preposte al controllo in tema di rimborsi” e di valutare se “il periodo di riposo” proposto dall’aziensa “a fronte di un corrispettivo economico” sia in linea con “il pieno rispetto della condizione psicofisica dei lavoratori Ryanair e se tale pratica sia già stata utilizzata”.

“La Commissione – conclude D’Amato – vigili anche sui futuri movimenti del vettore in tema di investimenti e di strategie concorrenziali al fine di scongiurare l'ipotesi che la cancellazione dei numerosi voli sia configurabile quale una scelta di mercato ben precisa”.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1285 times Last modified on Mercoledì, 27 Settembre 2017 15:17