ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 12 Agosto 2015 13:39

Cina svaluta di nuovo lo yuan Rischio di una guerra valutaria

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Pechino - La Cina ha svalutato di nuovo lo yuan, dopo una prima valutazione avvenuta ieri. La banca centrale cinese ha fissato il tasso di cambio odierno a 6.3306 contro il dollaro, ovvero dell'1,62%.

Lo yuan tocca un nuovo minimo da 4 anni, arretrando per il secondo giorno a quota 6,43 sul dollaro, dopo che la banca centrale cinese ha fissato il midpoint, il punto medio nei confronti del quale e' consentita un'oscillazione giornaliera massima, a 6,330 contro il dollaro, sotto i 6,229 dollari fissati ieri.

Le Borse europee affondano dopo svalutazione yuan

La banca centrale cinese ha definito queste mosse una tantum, nel quadro di un nuovo sistema di gestione dei cambi che dovra' far piu' riferimento al mercato. "Attualmente - spiega la banca centrale non ci sono le basi per un sostenuto trend di deprezzamento". Tuttavia i mercati non gradiscono queste mosse, che di fatto mirano a sostenere l'export cinese e si teme l'avvio di una guerra valutaria.

Lo yuan in due giorni ha perso il 3,5% del suo valore in Cina e circa il 4,8% sui mercati globali. A risentirne oggi sono la rupia indonesiana e il ringgit malese, ai minimi da 17 anni, mentre il dollaro australiano e quello neozelandese scendono ai minimi da sei anni. (AGI)

Read 414 times Last modified on Mercoledì, 12 Agosto 2015 14:24

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1103 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa