ANNO XI  Dicembre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 13 Ottobre 2017 04:19

Un mondo senza parole?

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Non è esatto. Diciamo, piuttosto, che è stufo di parole. Di quelle false, vuote, retoriche “che non nascono dal cuore”.Di quelle che sono viziate dalla menzogna, derisione, inganno, di promesse non mantenute.

Questo stato d’anima diventa più tangibile volgendo lo sguardo ai gestori della politica. Se c’è qualcuno che si chiede come possiamo fare per invertire tale tendenza mi riduco a guardarlo sconsolato e penso a Geremia e a quel suo non saper cosa fare tra la gente. Siamo stati troppo a lungo educati a guardare, il nostro prossimo, non certo con amore distratti come siamo stati dall’ansia di possesso, di successo, di esaltazione del nostro ego. Ù

Abbiamo staccato la presa dalla corrente di pensiero che ci educa al bene, alla solidarietà, all’amore per fare mercimonio degli altri e di noi stessi. E’ mancata la grazia dell’intendersi. Se usciamo per un momento dal nostro cinismo esistenziale ci accorgiamo che la madre che uccide il figlio ancora in fasce o di qualche anno non è solo il frutto di uno stress post-partum ma è la sintesi di una cultura aberrante nella quale tutto è tensione, interesse, sollecitazione a ricercare equilibri nei quali non sembrano trovarvi spazio i valori.
La verità è che noi stiamo creando dei mostri generando una nuova scala di valori dove si esiste solo se si considerano certi parametri: la conquista del potere sugli altri, l’indifferenza per la sofferenza altrui, il rispetto solo per chi ha e non per chi è.

Nel nostro “fondo coscienza” sappiamo d’errare e che questo procedere ci farà cadere nel vuoto, eppure non riusciamo a riscattarci per eccesso di veleni ingurgitati. L’unica strada rimane la parola, quella che appaga, quella che ha un suono armonioso, quella che può compiacere il nostro spirito. Quella che ci riconcilia con il nostro prossimo e fa di noi messaggeri di pace. (Riccardo Alfonso)

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 654 times

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

“La gogna facile”…

 

Utenti Online

Abbiamo 1875 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa