ANNO XII  Giugno 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 12 Dicembre 2017 07:09

I medici incrociano le braccia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Braccia incrociate oggi per i camici bianchi, che per tutto l'arco della giornata saranno in sciopero. Un campanello d'allarme per la sanità pubblica.

"La sanità chiude un giorno per non chiudere per sempre", spiega l'Anaao Assomed, che comunica "la sospensione di 40.000 interventi chirurgici, di centinaia di migliaia di visite specialistiche e prestazioni diagnostiche, il blocco di tutta l’attività veterinaria connessa al controllo degli alimenti".

Tra le ragioni della protesta, spiega in una nota il sindacato dei medici, "la diminuzione del perimetro della tutela pubblica" che "sta provocando tra i cittadini attese più lunghe, maggiori diseguaglianze territoriali, crescita del divario tra chi può curarsi pagando e chi no. Ormai si declina il diritto alla salute in base alla residenza e la distanza tra Bolzano e Napoli si può esprimere in 700 km o in 4 anni di aspettativa di vita. E la situazione, che la legge di bilancio 2018 nemmeno prende in considerazione, persa come è dietro bonus di ogni genere, è avviata a peggiorare. Questo il quadro dello sciopero nazionale dei medici e dei dirigenti sanitari, strutturati e precari, compresi quelli storici della ricerca, atipici, pagati con il baratto o assunti con contratti di dieci giorni". (adnkronos)

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 531 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Riders: spiragli di tutela per questi “liberi professionisti”?

 

Utenti Online

Abbiamo 2016 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa