ANNO XVI Agosto 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 16 Agosto 2015 02:44

Immigrati: 40 morti su un barcone Alfano "basta, intervenga l'Ue"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Palermo - Ci sono 45 donne e 3 bambini tra i 312 superstiti del barcone a bordo del quale 40 immigrati sono morti soffocati nella stiva. Lo riferisce la Marina militare, a conclusione delle operazioni di soccorso condotte dalla nave "Cigala Fulgosi".

L'unita' italiana ha poi raggiunto la nave norvegese "Siem Pilot" impiegata dall'agenzia europea Frontex, e ha trasbordato su questa i profughi. A bordo del barcone individuato nelle acque internazionali a nord della Libia circa 400 persone.

I morti sono nella stiva, uccisi dai gas di scarico. In questo tipo di viaggi, chi paga di piu' puo' restare sul ponte, mentre gli altri sono rinchiusi sottobordo.
  "Una scena a forte impatto emptivo, c'erano diversi cadaveri immersi in acqua, combustibile ed escrementi umani", ha detto il comandante, "questo il quadro che si e' presentato ai nostri uomini quando sono saliti a bordo". Il ministro degli interni Angelino Alfano ha precisato che "siamo intervenuti in soccorso, non nelle nostre acque territoriali. Abbiamo ancora una volta il merito di averne salvati 320". 

Alfano, l'Europa risolva la questione libica

"Due sono le cose: o la comunita' internazionale e' in grado di risolvere al questione libica oppure quella di oggi non sara' l'ultima tragedia" ha aggiunto Alfano, incontrando la stampa nella tradizionale conferenza di Ferragosto al Viminale "Noi continuiamo fino in fondo a fare il nostro dovere di un paese che rappresenta una grande democrazia dell'Occidente: salviamo vite e rimpatriamo chi non scappa da guerre ma arriva nel nostro territorio illegalmente. Il nostro mestiere e' diverso da quello della Chiesa anche se dobbiamo prendere atto della rettifica fatta alle parole espresse da Monsignor Galantino".

Anche se gli sbarchi sono in lieve calo - dai 104.225 registrati nel periodo che va dal 1 gennaio 2014 al Ferragosto 2014 si e' passati ai 103.226 dell'analogo arco temporale del 2015 - "la crisi libica e' un vulcano accesso e attivo di fronte all'Europa. Il mondo non puo' piu' attendere. L'Italia - ha aggiunto Alfano - sta pagando due volte il conto: prima quando la comunita' internazionale ha fatto l'intervento in Libia; nessun giudizio sul regime di Gheddafi ma dopo la sua caduta il conto lo ha pagato sicuramente l'Italia. E poi la comunita' internazionale non ha completato il suo lavoro e ha dato prove di inerzia: ed e' il secondo conto che l'Italia e' costretta a pagare". Gli immigrati nel sistema di acvcvoglienza itaiano, ha aggiunto il titolare del Viminale, sono 89.083. (AGI)

Read 860 times Last modified on Domenica, 16 Agosto 2015 05:32

Utenti Online

Abbiamo 917 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« August 2022 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31