ANNO XII  Dicembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 17 Gennaio 2018 05:04

Bari - Mai più liquami nel mare a Pane e Pomodoro, lavori in corso

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Avviati i lavori per la bonifica della fogna cittadina che eviteranno gli sversamenti a Pane e Pomodoro

De Sanctis, Presidente di Acquedotto Pugliese: “Oltre 120 milioni di euro_per adeguare e _potenziare la rete e aumentare la potenzialità degli impianti di depurazione, con l'obiettivo di garantire un servizio sempre più efficiente, rispettoso dell’ambiente e rispondente alle aspettative della comunità ”.
Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, assieme al presidente di Acquedotto pugliese Nicola De Sanctis e all’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, è intervenuto all’inaugurazione del cantiere per la rifunzionalizzazione del canale “Picone”, in via Capruzzi ad angolo con viale Ennio dove saranno effettuati i primi interventi.
Nello specifico questi lavori, che rientrano in una più ampia programmazione di Aqp sulla città di Bari dell’importo complessivo di oltre 120 milioni di euro, riguardano la ristrutturazione di parte della rete fognaria e sono divisi in due appalti: il primo, avviato oggi, mira ad eliminare le interferenze dirette tra la fognatura nera e il canale Picone (costo: 2 milioni e 200mila euro); il secondo, che partirà entro la fine dell'anno, a riparare le reti afferenti al canale Picone (costo: 26 milioni e 200mila euro).

Al termine del primo intervento, previsto nel mese di settembre, non vi saranno più interferenze dirette tra la fognatura nera e il canale, dovute alle rotture dei setti in calcestruzzo presenti nei pozzetti di ispezione che dividono, di fatto, le acque nere da quelle bianche, favorendo così l’ingresso delle prime nelle seconde. Saranno anche eliminate le immissioni dirette nel canale causate dalla variazione di tracciati di tronchi fognari e da allacci realizzati impropriamente negli anni. Le aree oggetto del cantiere sono via Capruzzi (in vari punti), viale Ennio con angolo via Capruzzi, via Oberdan (in prossimità dell’attraversamento ferroviario FSE), corso Sonnino con angolo via Matteotti, via Matteotti, via Apulia con angolo via Peucetia, via Giandomenico Petroni con angolo via Abbrescia e altre strade a monte del collettore Picone.
Il secondo è un progetto a più ampio respiro che si occuperà in maniera strutturata della rifunzionalizzazione delle reti fognanti con una rivisitazione anche delle dimensioni e dei percorsi di alcune dorsali della rete di fognatura nera della città, comprese tra lo stesso Picone e i collettori “Alto” e “Matarrese”. Attualmente la progettazione è in conferenza di servizi per l’acquisizione delle necessarie autorizzazioni propedeutiche all’avvio della gara.1426311


Al termine dei due interventi saranno definitivamente risolti i problemi relativi alla balneabilità della spiaggia di Pane e Pomodoro, compromessa dalla caduta di piogge abbondanti quando in mare si riversano anche liquami provenienti dalle reti di fognatura nera.
“Dopo la realizzazione dei due depuratori in città - ha dichiarato Antonio Decaro - ritengo che quella che parte oggi sia la più importante operazione di bonifica ambientale di una parte importante della costa cittadina. Due interventi, per un totale di 28 milioni di euro, necessari per eliminare la presenza della fogna nera sulla spiaggia di Pane e Pomodoro. Si comincia con un intervento da 2,2 milioni di euro per risolvere il problema della commistione delle tubazioni di fognatura nera direttamente nel canale Picone, che invece dovrebbe contenere soltanto acque meteoriche. Questi lavori si concluderanno a settembre, abbattendo di quasi il 50% il carico inquinante dell ’acqua mista che arriva nei pressi della spiaggia cittadina. Nel frattempo è in fase di approvazione il progetto da 26 milioni di euro che servirà al risanamento della fogna mista, un sistema realizzato negli anni Cinquanta e non più sostenibile, attraverso interventi previsti in tutti i quartieri a monte dell’Estramurale Capruzzi, con l’obiettivo di separare definitivamente la fogna bianca dalla fogna nera eliminando per sempre il problema degli sversamenti a Pane e pomodoro. Questa seconda franche di lavori, più lunga e complessa, durerà almeno fino al 2023, dunque molti anni, ma si tratta di un’opera di straordinaria importanza. Dobbiamo sapere che oggi compiamo il primo passo per la riqualificazione ambientale di una parte importante della costa di Bari ”.
“Acquedotto Pugliese è impegnato in un vasto piano di interventi sul capoluogo pugliese fino al 2023 - ha commentato Nicola De Sanctis -. Oltre 120 milioni di euro per adeguare e potenziare la rete e aumentare la potenzialità degli impianti di depurazione, con l’obiettivo di garantire un servizio sempre più efficiente, rispettoso dell’ambiente e rispondente alle aspettative della comunità. Ringrazio l’amministrazione comunale di Bari per la proficua sinergia messa in campo. Questo positivo risultato è frutto di un gioco di squadra istituzionale che si innesta in un percorso virtuoso già avviato da tempo, come testimoniano le innovative esperienze della telelettura che fanno di Bari sul tema un Comune all’avanguardia”.
Di seguito le altre iniziative realizzate e programmate da Aqp sulla città di Bari:
Depurazione
Dal 2016 ad oggi investito 1 milione di euro per il depuratore di Bari Est Attività programmate:
Potenziamento depuratore di Bari Est
Costi: 25,5 milioni di euro
Tempi: 2021
Potenziamento depuratore di Bari Ovest
Costi: 35 milioni di euro
Tempi: 2020
Prolungamento delle condotte sottomarine fino a 2,4 km dalla costa
Costi: 11 milioni di euro
Tempi: 2021.
Sistema idrico
Azione straordinaria di risanamento reti che ha portato alla mappatura di 676 km di rete (2009). Nel corso del 2017 sono state mappate 154 km di rete per la ricerca di perdite (ogni anno circa 200) attraverso squadre specializzate di ricercatori delle perdite dotati di officine mobili. Dal 2010 al 2016 la rete è stata suddivisa in 30 distretti indipendenti. Attualmente circa la metà è regolata da valvole automatiche.
Attività sperimentale di ricerca delle perdite attraverso una tecnologia satellitare israeliana.

Attività programmate:
Risanamento reti e completamento della regolazione automatizzata nei restanti distretti
Costi: 8,5 milioni di euro
Tempi: 2021
I distretti sono porzioni di rete equipaggiate con sistemi per il monitoraggio dei principali parametri idraulici (portata e pressione) e dotati di sistemi per la regolazione in automatico della pressione, che permettono una gestione profilata ed ottimale per segmenti omogenei di territorio.
Consentono interventi immediati e soprattutto senza avere la necessità di privare del servizio l’intera rete in caso di interventi.
Sistema idrico/fognario
Interventi di completamento del servizio idrico e fognario dei quartieri periferici (Carbonara, Palese, Japigia, Ceglie, Santo Spirito, zona stadio e altri) rientranti nel Patto per la Puglia.
Costi: 16,4 milioni di euro
Tempi: avvio della gara d’appalto integrato per progettazione esecutiva ed esecuzione lavori entro giugno 208.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 736 times Last modified on Mercoledì, 17 Gennaio 2018 05:11

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1507 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa