ANNO XII  Ottobre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 09 Febbraio 2018 16:01

Il Salento abbraccia Beppe Signori per i suoi 50 anni

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L’ex bomber della Nazionale ospite dell’iniziativa promossa dalla palestra “Planet Gym”Domenica mattina a Specchia l’incontro con i fan e lunedì il saluto alla squadra Deghi Lecce

 

LECCE, ven 09 FEB - I 50 anni di un campione che è stato sinonimo di gol e che ha fatto battere i cuori dei tifosi di tutta Italia e nel mondo. Un avvenimento che sarà celebrato in diversi momenti e che vedrà uno egli attaccanti italiani più forti di tutti i tempi interfacciarsi con i suoi tifosi e con la gente che lo ha apprezzato per le sue qualità calcistiche. Il Salento accoglie l’ex bomber della Nazionale di calcio italiana Beppe Signori alla vigilia del suo cinquantesimo compleanno. Domenica alle ore 10 nei locali di “Martinucci” nel centro di Specchia, uno dei sinistri più prolifici della Seria A sarà a disposizione dei tantissimi fan per firmare autografi e dedicarsi ai selfie.

Lunedì alle ore 16,30, invece, alla palestra Planet Gym di Lecce, in via Giammatteo 10, Signori farà un’altra tappa dove incontrerà anche la squadra di calcio Deghi Lecce del “patron” Alberto Paglialunga.

Il doppio appuntamento, organizzato e fortemente voluto da “Planet Gym”, è stato reso possibile grazie all’impegno del director manager Andrea Scarpa in collaborazione con il suo staff di professionisti: Rita Gemma, Domenico Ungaro, Alessandro Sciurti, Mino Lombardo, Andrea Mininanni e Marcello Pellè.

Le iniziative nell’ambito dei festeggiamenti relativi a “Il sinistro di Signori” proseguiranno il giorno del suo compleanno, il 17 febbraio, con una cena celebrativa a Villa Albergati a Bologna con la partecipazione di tutti coloro che hanno avuto un ruolo particolare nella sua carriera (compagni di squadra, tecnici, presidenti…), tra cui Zoff, Zeman, Casiraghi e altri. Poi Signori sarà festeggiato in tre stadi prima del fischio d’inizio: il 18 febbraio in occasione di Bologna-Sassuolo al Dall’Ara di Bologna, il 25 febbraio in occasione di Lazio-Juventus all’Olimpico di Roma e il 17 marzo durante Foggia-Cesena allo Zaccheria di Foggia.

Solo per citare qualche numero, l’ex bomber della Nazionale, vicecampione del mondo negli Stati Uniti nel 1994, ha raggiunto risultati come pochi: nono marcatore di sempre in Serie A con 188 reti segnate, tre volte capocannoniere in “A” e due volte in Coppa Italia, 127 gol con la maglia della Lazio, 84 con quella del Bologna, 37 gol con quella del Foggia e 7 con la maglia azzurra! Un sinistro micidiale che tutti ricordano, specie quando Beppe Signori segnava i rigori da fermo: un gesto che ha fatto il giro del mondo.

La carriera di Beppe Signori

1984-1985 Beppe Signori inizia la sua carriera nella squadra del Leffe, segnando  5 reti in appena 8 presenze e conquistando la promozione in C2.

1985-1986 L’anno della conferma al Leffe totalizza 30 presenze e 3 reti. 

1986- 1987 gioca nel Piacenza in C1 e totalizza 14 presenze (1 gol). Il 31 agosto 1986 fa il suo esordio in Coppa Italia nella gara Campobasso-Piacenza subentrando al 61º minuto al posto di Serioli.

1987-1988 viene preso dal Trento dove registra 31 presenze da titolare.

1988-1989 ritorna al Piacenza in serie B con 32 presenze e 5 gol.

1989-1990 Signori passa al Foggia allenato da Zeman, realizza 14 reti diventando subito titolare nella formazione pugliese. Il 26 agosto 1990 sigla la sua prima rete in Coppa Italia nella gara Foggia-Lucchese 4-1. Dopo due stagioni in serie B, Signori fa il suo esordio in serie A il 1º settembre 1991 in Inter-Foggia 1-1. Il 29 settembre 1991 mette a segno il suo primo gol in serie A al 70º minuto della gara Foggia-Parma. Conclude la stagione con 11 gol in 34 presenze, guadagnandosi la convocazione in nazionale con cui esordisce il 31 maggio 1992 nella USA Cup contro il Portogallo.

1992-1993 La Lazio lo acquista nell'estate del 1992 ed esordisce il 6 settembre 1992 con una doppietta in Sampdoria-Lazio 3-3. Finisce la stagione da capocannoniere con 26 reti in 32 partite contribuendo al piazzamento UEFA grazie al 5 posto in campionato.

1993-1994 Signori si conferma capocannoniere ed arriva al mondiale USA con una media stagionale di 0,88 (49 goal in 56 gare) goal a partita. Al mondiale USA totalizza  6 presenze per un totale di 390 minuti e si laurea vice-Campione del mondo.

1994-1995 Zeman approda alla Lazio e con il 4-3-3 raggiunge il secondo posto in classifica e raggiunge per la prima volta i quarti di finale della coppa UEFA. Nell’estate del 1995 pare ormai fatto il suo trasferimento al Parma ma la notizia innesca la protesta dei tifosi laziali che si riversano in massa presso la sede della società tanto che la società decide di comunicare che non ci sarà alcun trasferimento.

1995-1996 Signori vince per la terza volta il titolo di capocannoniere con 24 reti e porta la Lazio al 3 posto in campionato.

1996-1997 La Lazio decide di riprendere Zoff dalla 19º giornata (il 2 febbraio 1997). Signori, pur cambiando modulo (dal 4-3-3 al 4-4-2) grazie alle ulteriori 8 reti, riporta la Lazio dal 12 al 4 posto in campionato.

1997-1998 Signori diventa capocannoniere in Coppa Italia con 6 reti pur non terminando la stagione con i biancocelesti. L’avvento di Eriksson sulla panchina lo mette ai margini del progetto tecnico e pertanto si trasferisce alla Sampdoria.  L’ultima gara con la maglia laziale è il 19 novembre 1997, valida per il ritorno degli ottavi di finaledi Coppa Italia. Signori in maglia biancoceleste si conclude con 127 reti complessive (secondo bomber di sempre)  in 195 presenze. Da dicembre 1997 si trasferisce in comproprietà  alla Sampdoria dove resta sei mesi e totalizza con 3 reti e 17 presenze.

1998-2004 La Lazio cede Signori al Bologna dove resterà per 6 anni (il periodo maggiore della sua carriera). Nel primo anno a Bologna segna 23 reti complessive in 47 presenze conquistando l’affetto dei tifosi. In questo periodo vince una Coppa Intertoto, gioca 178 incontri segnando 84 reti complessive. Dopo 13 stagioni in serie A con un tabellino di 188 goal e 344 presenze decide di trasferirsi all’estero.

2004-2005 Si trasferisce all’estero per giocare con i greci dell'Iraklis ma a causa di un brutto infortunio gioca solo 5 partite.

2005-2006 Signori si traferisce in Ungheria al Sopron dove totalizza 3 gol in 10 partite. A fine campionato annuncia il suo ritiro.

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 706 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1515 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa