ANNO XII  Ottobre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 08 Marzo 2018 20:52

Gli Italiani del Venezuela in Italia e in Venezuela sono in lutto: Trovato morto Alessandro Neri

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Alessandro Neri, 28 anni Alessandro Neri, 28 anni

Pescara - Il cadavere trovato in località San Silvestro è di Alessandro Neri, il ragazzo (28 anni) scomparso da lunedì a Villa Raspa di Spoltore. L'identificazione ha confermato ciò che si temeva. La famiglia del ragazzo è stata avvisata.

Alessandro era figlio del italo venezuelana Laura Lamaletto qui a Caracas la comunità degli ex studenti della Codazzi il liceo scientifico italiano parificato unico liceo parificato fuori dall'Italia in America Latina è vicina alla loro ex compagna di classe di scuola ed hanno seguito via Facebook e WhastApp fin dal primo momento con ansia e speranza gli eventi sino alla drammatica notizia di oggi. Vicino alla famiglia di Alessandro Neri la numerosa comunità degli italiani del Venezuela di Pescara dell'Abruzzo e di tutta l'Italia.

Lo scrivente la sua famiglia e la redazione di Agorà Magazie si unisce al dolore della famiglia e della Comunità degli italiani del Venezuela.

Il medico legale ha accertato che il giovane è stato ucciso da un colpo d'arma da fuoco al torace è quanto scrive il giornale Abruzzese Il Centro.it. - E che la posizione in cui è stato ritrovato il corpo è incompatibile con il suicidio. Alessandro quindi sarebbe stato ucciso sul posto, dopo che qualcuno lo ha prelevato in via Mazzini dove è stata popi ritriovata la sua auto.

Sul posto carabinieri, 118, polizia giudiziaria, vigili del fuoco e molti amici del giovane. Il cadavere è stato rinvenuto sotto al cimitero, era riverso verso un corso d'acqua. E' stato recuperato dai vigili del fuoco.

l magistrato ha fatto recintare l'intera zona del ritrovamento e chiamato il medico legale.

L'auto di Alessandro Neri, una Fiat 500 rossa cabrio con la cappotta beige, era stata ritrovata mercoledì in via Mazzini, una zona molto lontana da San Silvestro. In pratica dall'altra parte della città.

 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 13906 times Last modified on Venerdì, 09 Marzo 2018 08:02

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1399 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa