ANNO XII  Maggio 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 11 Maggio 2018 00:00

La vita-morte

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Sono nato il 1° giugno 1948. Il mio nome è Carlo Forin. Gesù non mi abbandona in tentazione. Osservo il mio nome lu.kar, zumero, come kar.lu, ‘forza. soggetto’.

Ciò è vero se la lingua zumera, parlata più di 4000 anni fa, fu stata ventiva. Am.En zumero significa ‘-che venga-am3 (il) Signoreen’.

Il capodanno zumero fu kar.mur: ‘forzakar (della) vita-mortemur’.

Mur fu il verme della Terra, l’uomo e la donna.

Tema.

Il tema è La vita-morte.

GESH.UB zumero è ‘Albero.cielo’. GESH.BU è ‘Albero.conoscenza’, buona, BUN.

Questo Gesù (che gli altri cristiani non vogliono conoscere ancora) mi garantisce che sono vivo perché io devo realizzare il mio destino, ‘me’ in zumero: ricordare che la vita è l’altra faccia della morte.

Eme ghir, la ‘lingua’ è ciò che fu e sarà, me, al presente, eme. Ghir è il giro storico.

Infatti è lat. gyru(m), gyrulu(m), dal gr. gyros ‘cerchio’ (lo Zingarelli 2018).

Ore 14,25.

Read 297 times

Le Vignette di Paolo Piccione

 

 

Utenti Online

Abbiamo 1681 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa