ANNO XII  Ottobre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 17 Maggio 2018 00:00

Preghiera sacerdotale

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In quel tempo, Gesù, alzati gli occhi al cielo, così pregò: «Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi. 

Io ti ringrazio, signore Gesù, di avermi definitivamente convinto di ripetere questa preghiera che tutti i sacerdoti conoscono benissimo per aver fatto il Seminario. Ieri i canonici che officiano la santa Messa hanno riconosciuto subito la ‘preghiera sacerdotale’ alla mia domanda sulla fonte del potere’ nel capitolo 17 di Giovanni. Così io, cultore del potere, la denominavo: potere. Loro sanno che il potere è servizio. Preghiera è il servizio principale che noi possiamo fare a noi stessi singolarmente e con tutti gli umani al fine che il Cielo si connetta alla Terra, AN THAR ISH, e che ogni anima, Ka, si connetta thar, in vita, ish, al cielo, An.

Ti ringrazio di avermi insegnato con pazienza, in 27 anni, che questo è il significato pieno di AN THAR ISH, che il primo monte dell’Egitto è il monte Catherine, paleonimo zumero. È il primo perché ogni umano ricordi primum orare, pregare è la prima azione da fare per vivere salvandoci.

Grazie. Sono zuccone. Anche un zu.kun può capire dopo 27 anni.

Adesso, spero che gli altri miei fratelli umani capiscano. Ed io sarò sacerdote in questo, senza diventare un funzionario distratto. Aiuta ogni sacerdote a sentir viva la sua funzione nell’interesse suo e di tutti noi. amEn, che venga il Signore.

Read 373 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1371 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa