ANNO XII  Settembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 14 Giugno 2018 22:21

Mondiali al via, Russia a valanga 5-0 a l'Arabia Saudita

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Mondiali al via con la Russia che, nella gara d'esordio, ha stracciato per 5-0, al Luzhniki Stadium, l'Arabia Saudita, sotto lo sguardo attento del presidente Vladimir Putin. E' firmato da Gazinsky al 12' il primo gol della manifestazione che sblocca la gara. In chiusura di primo tempo arriva il raddoppio della Russia, al 43' con Cheryshev. Nella ripresa le altre tre reti al 71' con Dzyuba, al 91' con Cheryshev e al 94' su calcio di punizione la rete finale di Golovin.

Al momento della prima rete, sugli spalti il presidente russo Vladimir Putin, con al fianco il presidente della Fifa Gianni Infantino, ha stretto la mano al principe Mohammad bin Salman Al Saud in segno di amicizia.

Russia e Arabia Saudita sono le nazionali col peggior ranking Fifa tra le 32 partecipanti, rispettivamente col 70esimo e il 67esimo posto. Alla gara di esordio la Russia arriva dopo un 2018 avaro di soddisfazioni: la formazione guidata dal ct Stanislav Cherchesov non vince dall'ottobre dello scorso anno quando si impose sulla Corea del Sud, da allora ha inanellato una serie di 7 risultati senza successi.

"Il nostro morale è buono, abbiamo lavorato molto per preparare questo evento -aveva spiegato il tecnico russo Cherchesov-, tutti i giocatori hanno avuto dei miglioramenti considerevoli".

Cerimonia di apertura - Sulle note di Robbie Williams ha preso il via la cerimonia di apertura dei Mondiali di Russia 2018. 'Party Like A Russian', 'Feel' e poi 'Angels', che la star inglese ha cantato insieme alla soprano russa Aida Garifullina, sono le canzoni che hanno scaldato il pubblico dello Luzhniki Stadium di Mosca. Davanti a Ronaldo 'Il Fenomeno' e a uno stadio tutto esaurito Robbie Williams ha intonato anche 'Rock Dj'. Insomma, quasi un vero e proprio concerto, aspettando il fischio d'inizio di Russia-Arabia Saudita, gara inaugurale della competizione. (Adnkronos)

 

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 295 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1469 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa