ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 29 Giugno 2018 10:09

Usa: sparatoria in sede giornale Maryland, almeno 5 vittime

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Una sparatoria e' stata segnalata dal Baltimore Sun presso la sede del giornale Capital Gazette ad Annapolis, in Maryland. Sono almeno cinque i morti nella sparatoria nella redazione, e diversi feriti, stando all'ultimo aggiornamento della polizia. Il 'Capital Gazette', è un'importante pubblicazione locale fondata nel 1884 e di proprietà dello stesso gruppo che pubblica il Baltimore Sun. La polizia ha compiuto un arresto nell'ambito della sparatoria. Durante la sparatoria presso la redazione del giornale Capital Gazette ad Annapolis, in Maryland, uno stagista ha twittato la sua richiesta di aiuto. Lo riferiscono media locali. L'edificio è stato evacuato ma continuano le verifiche delle forze dell'ordine, riferiscono ancora media.

Ingegnere informatico, 38 anni, si chiama Jarrod Ramos il killer della strage alla redazione della Capital Gazette, un quotidiano locale del Maryland. L'uomo, che ieri ha ucciso cinque persone, covava da tempo vendetta contro il giornale dopo essersi sentito diffamato da un articolo pubblicato 7 anni fa.

Nel 2011 Ramos, allora impiegato presso l'ufficio federale di statistica, si era dichiarato colpevole in tribunale dopo che una ex compagna di scuola del liceo lo aveva denunciato per stalking. In un pezzo scritto alcuni giorni dopo dal giornalista Eric Hartley, la giovane donna aveva raccontato come era stata perseguitata su Facebook e via mail.

Ramos si era sentito preso di mira e aveva creato un apposito sito per lamentarsi di Hartley. Nel 2012 aveva fatto causa per diffamazione contro il giornalista e il direttore del quotidiano, Tom Marquardt. Ramos aveva però perso, anche in appello nel 2015. Nel frattempo erano iniziate le minacce via Twitter. "Mi piacerebbe vedere la Capital Gazette che cessa le pubblicazioni, ma sarebbe meglio vedere Hartley e Marquardt che cessano di respirare", aveva scritto. La sua ossessione era tale, che Ramos aveva messo la foto di Hartley sul suo profilo Twitter.

Il giorno in cui il suo appello era stato definitivamente respinto, Ramos aveva twittato: "F..., lasciatemi solo", con un link alla sentenza. Giusto prima della strage, ha ripetuto lo stesso messaggio, con un link ad un account critico contro il giudice di allora, Charles Moylan. Intanto aveva continuato a perseguitare l'ex compagna di scuola: nel 2014 vi era stata una sentenza che gli vietava di entrare in contatto con la donna, contro la quale lui aveva cercato invano di ricorrere in appello nel 2016. Sia Hartley sia Marquardt non sono tra le vittime della strage.

Marquardt ha raccontato al Washington Post di aver segnalato le minacce di Ramos alla polizia. "Gli avevo detto, questo è un uomo che verrà qui e aprirà il fuoco. E avevo ragione", ha raccontato, aggiungendo che la polizia non aveva trovato elementi sufficienti per intervenire. Hartley non ha voluto fare commenti.

Molto letta ad Annapolis e nella contea di Anne Arundel, la Capital Gazette è uno dei più antichi giornali degli Stati Uniti, le cui origini risalgono alla Maryland Gazette fondata nel 1727. Immediata la solidarietà della parlamentare italiana eletta in Nord America Angela Fucsia Nissoli FitzGerald (Forza Italia):Oggi , in Usa, ad Annapolis, una sparatoria nella sede del giornale "Capital Gazette" ha causato almeno cinque morti e diversi feriti. Esprimo tutta la mia solidarietà alle famiglie delle vittime ed una ferma condanna per l'accaduto! Una preghiera!

 

 

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 710 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1197 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa