ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 02 Luglio 2018 09:47

Amlo è il nuovo presidente del Messico

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Andres Manuel Lopez Obrador, noto come Amlo, è il nuovo presidente del Messico Andres Manuel Lopez Obrador, noto come Amlo, è il nuovo presidente del Messico

Andres Manuel Lopez Obrador, noto come Amlo, è il nuovo presidente del Messico. Secondo quanto reso noto dall'autorità elettorale, il nazionalista di sinistra ha ottenuto il 53% dei voti. Secondo il presidente dell'Istituto nazionale elettorale (Ine), Lorenzo Cordova, sulla base delle proiezioni relative a 7.800 seggi, Amlo - al suo terzo tentativo per conquistare la presidenza della Repubblica - ha ottenuto tra il 53 ed il 53,8% dei voti, quasi il 30% in più rispetto al secondo classificato,

Ricardo Anaya. A capo di una coalizione di centrodestra-centrosinistra, Anaya si è infatti fermato ad una cifra compresa tra il 22,1 ed il 22,8% dei voti, seguito da José Antonio Meade, il candidato del presidente uscente Enrique Pena Nieto, che ha ottenuto tra il 15,7 ed il 16,3% dei consensi.

Sarebbero stati soprattutto i giovani e gli elettori con i capelli bianchi a dare la vittoria in Messico ad Andrés Manuel Lopéz Obrador che diventa il nuovo presidente della repubblica. 89 milioni di cittadini erano stati chiamati a votare in una competizione elettorale macchiata di sague. Oltre 100 i morti in questa campagna.

Il candidato José Antonio Meade ha riconosciuto la sconfitta e fatto i complimenti al vincitore.

A favorire il candidato della sinistra la reazione alla politica del presidente Donald Trump, che si è peraltro già complimentato con il neopresidente, che succede a Enrique Peña Nieto.

Altra preoccupazione della popolazione, la guerra fra cartelli e la violenza che insanguina il paese dilaniato da una sanguinosa disputa per il controllo del territorio. Amlo, questo l'acronimo di Lopez Obrador, ha vinto promettendo un cambiamento radicale e maggiore equità sociale. E soprattutto i giovani gli hanno creduto.

Oggi è "un giorno storico", ha detto Amlo commentando l'esito del voto. Fra i primi a congratularsi con il nuovo capo dello Stato, il presidente uscente Enrique Pena Nieto, che gli ha augurato ogni successo "per il bene del Messico". "Sono sicuro che tutti i messicani auspicano una presidenza di successo", ha scritto in un messaggio, in cui ha dato conto di una telefonata con Lopez Obrador. "Pace e tranquillità sono il frutto della giustizia", ha detto Amlo parlando davanti a migliaia di suoi sostenitori allo Zocalo, la piazza simbolo di Città del Messico, e promettendo "un piano di riconciliazione e di pace".

"Dallo Zocalo, cuore politico, sociale e culturale della nostra Repubblica - ha continuato invocato al grido di 'Presidente, Presidente' e mentre risuonavano le note di 'Cielito lindo' - un saluto a tutti i messicani". "Sì, si può", ha poi scandito, riecheggiando lo slogan di Barack Obama, "Yes, we can". E a proposito delle relazioni con gli Stati Uniti, il nuovo presidente ha assicurato di voler lavorare per "un rapporto di amicizia e collaborazione", ma basato sul "rispetto reciproco".

Donald Trump si è congratulato con il nuovo presidente messicano, populista di sinistra, Lopez Obrador. In un tweet, il presidente degli Stati Uniti scrive: "Congratulazioni a Andres Manuel Lopez Obrador, che è diventato il nuovo presidente del Messico. Non vedo l'ora di lavorare con lui, c'è molto da fare a beneficio degli Stati Uniti e del Messico".

 

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 847 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1022 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa