Print this page
Venerdì, 06 Luglio 2018 07:15

Corona di misericordia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Andate dunque e imparate che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio.  Venerdì 6 luglio 2018, rendo lode a Dio, che mi porge il concetto di ‘corona di misericordia’: dalla duplicità della sillaba ‘cor’, presente in corona ed in misericordia,

io colgo un modo nuovo di affrontare l’attributo principe di Dio padre, realizzato con Gesù, la misericordia personalizzata nel Salvatore: -Misericordia io voglio e non sacrificio. La ‘corona di misericordia’ è il circolo perfetto per entrare nell’Altro mondo. L’accado-zumero propone per corona kur-anu: ‘entrata in Cielo’.

kur9, ku4

   n., entrance (ki, ‘place’, + ur3, ‘entrance’).

    v., to enter; to bring; to pronounce a slave free; to deliver (-ni- specifies delivery location); to enter before someone (with dative verb prefix); to let enter (with –ni-); enter into the presence of (with –shi-); to turn round; to turn into, transform (with –da- [‘da immagine’ o con –a- seme] (ku4-ku4 (-de3 [Emesal dialect, ‘che sia’] in maru) (suppletion class verb?; singular [?] reduplication class stem; singular [?] reduplication class stem; cf., sun5).

an

  n., sky, heaven; the god An; grain ear/date spadix (cf., a2-an) (‘water’ + ‘high’) [AN archaic frequency].

  v., to be high.

  adj., high; tall.

  prep., in front .

Osservo ‘an’, cielo in zumero post dominazione accada, ‘anu’ con gli Accadi, ‘ani’ con gli hurriti. Cielo era stato Uran, prima degli Accadi, durante divenne Anu [r], ribaltato e tolto della funzione attivante della r, per permanere anu con gli Accadi, an con tutti.

La lettura circolare di -kur una- rende kur anu.

Riferisco l’etimologia proposta da Semerano, che contiene un’altra indicazione.

corona, -ae corona, cerchio, ogni cosa in forma di corona, gr. corwnz ricurva, detto di nave, oggetto curvo, anello della porta, estremità ricurva dell’arco. Accad. qarnu (corno, falce di luna, forza, piegatura della poppa.

Accad qarnu corrisponde foneticamente con zum. kar.nu, ‘immagine di forza’, è comprovata dalla falce di luna. Viene comprovata dalla circolazione:

kara2, kar2, guru6 [GAN2-tenu]

  to encircle, besiege; to impute, accuse; to (make) shine, illuminate; to be bright (of light, day) (reduplication class) (sometimes written for kur2) (place + ur, ‘to surround’, + a, nominative ending, and ara4, ‘to shine’) [? KAR2 archaic frequency].

Ti ringrazio, Signore, di questo regalo. La novità del mio approccio etimologico al zumero sta nella lettura circolare di questa lingua.

La banalissima parola corona dice questo col filo etimologico a comprova.

Read 586 times