ANNO XII  Agosto 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 06 Agosto 2018 08:03

Si aggrava in Indonesia il bilancio del sisma: 91 morti e centinaia di feriti

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si aggrava il bilancio del sisma che ha colpito l'isola indonesiana di Lombok: almeno 91 persone sono morte e centinaia sono rimaste ferite. Le autorità hanno evacuato 900 turisti dalle Isole Gili. Il portavoce dell'Agenzia nazionale per i disastri, Sutopo Purwo Nugroho, ha spiegato ai giornalisti che 200 persone, "tra turisti e residenti", sono già stati portate via.

"Altre 700 persone sono in attesa di evacuazione", ha aggiunto. 

<script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8">

I soccorritori sono impegnati su diversi fronti per cercare eventuali sopravvissuti al terremoto di magnitudo 6,9 sviluppatosi ad appena 10,5 km di profondità sulle coste nord dell’isola di Lombok.

Secondo il portavoce dell’Agenzia ci sarebbero anche due morti nella vicina isola di Bali. Le scosse di assestamento, durate tutta la notte e ancora nella mattinata di lunedì, continuano a essere fonte di forte preoccupazione. Una scossa ha infatti raggiunto una magnitudo di 5,3. Migliaia di persone, sia abitanti dell’isola che numerosi turisti, si sono riversati nelle strade e sono stati sfollati dalla zona.

<script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8">

Il capo del Distretto di Lombok Nord ha detto che l'80% del territorio è stato fortemente danneggiato dalle scosse di assestamento e servono “al più presto macchinari e uomini per scavare nelle macerie, tra queste anche quelle dei luoghi di culto, in quanto temiamo che via siano delle persone intrappolate negli edifici crollati”. Alcuni quartieri dell’isola sono privi di corrente elettrica e gli ospedali della zona sono confrontati con l’arrivo di centinaia di feriti. (agi)

Read 304 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Mamma e papà!!!

 

Utenti Online

Abbiamo 1683 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa