ANNO XII  Settembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 09 Settembre 2018 00:00

Grottaglie (Taranto) Comune il gruppo «GROTTAGLIE ON” si spegne

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa del gruppo consiliare Art1 MdP sezione Enrico Berlinguer

 Nella seduta del Consiglio comunale del 5 settembre scorso, la coalizione “Grottaglie On” si è “spenta”. Infatti si è registrato ufficialmente lo sfaldamento della maggioranza che sostiene l’attuale Amministrazione capeggiata dal Sindaco Ciro D’alò, con svariate assenze di alcuni consiglieri, entrati, sembra, in divergenza con la stessa maggioranza.

Ciò ha comportato la mancanza del numero legale, elemento che poteva di fatto rinviare il regolare svolgimento dei lavori del Consiglio Comunale, con la conseguente mancata approvazione di alcuni punti importanti all’ordine del giorno.

Solo il comportamento responsabile di tutta la minoranza ha consentito il regolare svolgimento dei lavori e ha portato all’approvazione all’unanimità dei provvedimenti, tra cui il “Piano della Mobilità Ciclistica e Ciclopedonale esteso al solo ambito urbano del Comune di Grottaglie”.

La decisione del nostro gruppo consiliare e dell’intera minoranza di non abbandonare l’aula, pur in assenza della maggioranza, ha rappresentato una scelta responsabile compiuta da uomini e donne che hanno a cuore gli interessi della città, in quanto in passato hanno rivestito ruoli di responsabilità amministrativa e che antepongono il bene della città agli interessi politici, seppure legittimi, delle forze politiche.

Noi non siamo populisti e non lo saremo mai. Non rincorriamo il clamore o la rivalsa politica, a differenza di quanto Sud in Movimento ha perseguito quando era forza di opposizione e che continua a perpetrare anche oggi che è il partito di maggioranza relativa, così come è emerso nelle precedenti sedute del consiglio comunale, con inutili prove di forza ed esibizione di muscoli nei confronti delle forze di minoranza.

Il dato politico certo è che la frammentarietà della maggioranza, aldilà di una compattezza solo esteriore e formale, sta mettendo in tutta evidenza le contraddizioni già emerse sin dal suo insediamento. Improvvisare un’azione amministrativa, tenendo assieme uomini e donne di opposte appartenenze, nel lungo periodo logora. E l’assenza di un perimetro valoriale comune e di una visione condivisa non consente di governare, ma solamente di sopravvivere e magari anche sotto ricatto politico costante.

Prenda atto il Sindaco che il modello populista, civico e del “dentro tutti”, seppur magari ti fa vincere le elezioni, poi ti chiede inevitabilmente il conto, che purtroppo va a pesare sui cittadini. E’ ora di comprendere che l’apporto della minoranza, anche quando è fortemente critica rispetto alle scelte di governo, è indispensabile per il corretto buon andamento dell’Amministrazione e, quindi, per gli interessi della Città. Per quanto ci riguarda, sempre nel rispetto del ruolo che ci ha assegnato l’elettorato, Articolo 1 – MDP sarà sempre disponibile a dare il proprio contributo nell’esclusivo interesse della comunità.

Read 249 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Orfini dichiara: “ora basta, questa volta denunceremo tutto”

 

Utenti Online

Abbiamo 1530 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa