ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 24 Ottobre 2018 07:15

Regione Puglia - L’assessore Capone vuole portare Liviano in Tribunale, lui le risponde con un esposto alla Procura

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L’assessore alla Cultura e al Turismo Loredana Capone, nel sito della Regione, scrive, senza mezzi termini, «il consigliere Liviano ha varcato ogni limite di tolleranza e pazienza: costretta a intraprendere azioni legali»

Lo scontro nasce dalle numerose interrogazioni di Gianni Liviano, consigliere regionale tarantino, sulla gestione delle agenzie regionali legate all’assessorato diretto da Loredana Capone. La esponente del partito democratico leccese, subì la débâcle nel 2012, nelle elezioni comunali e fu successivamente nominata assessore regionale da Emiliano in sostituzione del consigliere regionale tarantino.

L’attacco è ben concentrato: "Il consigliere Liviano ha varcato ogni limite di tolleranza e di pazienza. Sino a quando si esercitano le legittime prerogative del consigliere rispetto all'azione amministrativa della Giunta e degli Assessori è un discorso, ma quando la critica politica si trasforma, come in questo caso, in gravissime illazioni e si attaccano direttamente le persone, allora non può essere tollerata, specie da chi, come me, ha sempre improntato il proprio operato all'onestà, alla legittimità ed alla correttezza dei comportamenti. Sono costretta, pertanto, ad intraprendere ogni azione giudiziaria, civile e penale nei confronti del consigliere Liviano a tutela del mio buon nome, del mio operato e dell'immagine dell'Assessorato che rappresento.

In merito alle 7 interrogazioni del consigliere Giovanni d'Arcangelo Liviano, nonostante ne abbia appreso l'esistenza dai suoi comunicati stampa, ho chiesto subito alle agenzie regionali, Pugliapromozione, Apulia Film Commission e Teatro Pubblico Pugliese, di fornirmi una dettagliata relazione in merito alle richieste e alle osservazioni del consigliere, impegnando su ogni opportuna verifica anche il dirigente della sezione competente.  Ho già inoltrato le risposte alle prime interrogazioni, inerenti il teatro Pubblico Pugliese ed Apulia Film Commission ed attendo il completamento dell'istruttoria di Pugliapromozione per inoltrare le altre".

Non si fa attendere Gianni Liviano, “apprendo che l'assessore Capone ritiene utile spostare il confronto in tribunale. Ne prendo atto. Io ho esercitato in questi mesi il diritto di controllo che mi viene garantito come prerogativa del ruolo di consigliere regionale. Ho sempre ribadito (anche nella conferenza stampa di stamattina – ieri NDR) di voler tenere separate la via politica da quella giudiziaria.  Raccolgo però l'invito dell'assessore Capone a spostare questo confronto in Tribunale e presenterò nei prossimi giorni esposto alla Procura della Repubblica di Bari mirato a narrare quanto già riferito nella conferenza stampa odierna”.

In conclusione riteniamo che le domande insistenti, del consigliere regionale, non diventano illazioni se le risposte sono puntuali e non stizzose. Se il dialogo finisce in Tribunale non sappiamo a chi convenga. Giù riproponiamo, per chi lo avesse perso, l'audio della conferenza stampa di Gianni Liviano.

Read 973 times Last modified on Giovedì, 25 Ottobre 2018 06:05

Media

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1277 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa