ANNO XIV Marzo 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 18 Dicembre 2018 00:00

Da Nella Setta di Piccinni e Gazzanni 10 parlamentari M5S chiedono l'istituzione di un osservatorio

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Incredibile ascesa del libro "Nella Setta" che, dopo la seconda ristampa e aver spinto la Polizia di Stato ad aprire un'inchiesta sulla segreta (almeno fino a oggi) associazione Archeosofica e sull'Ordine Loto+Croce, suggerisce un osservatorio sull'occulto italiano. 


  

A un mese dall’uscita in libreria del libro-inchiesta di Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni «Nella setta» (Fandango Libri), è stata presentata una risoluzione per chiedere, proprio sulla scia di quanto denunciato dai due autori, l’istituzione di un osservatorio sul fenomeno settario.
L’atto parlamentare, a prima firma Anna Macina (capogruppo M5S in commissione Giustizia) e sottoscritto da ben dieci parlamentari M5S, è stato presentato in commissione Affari costituzionali alla Camera dei Deputati.
«Secondo quanto denunciato dai giornalisti Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni nel libro-inchiesta “Nella setta” – si legge nella risoluzione – sarebbero 
oggi circa quattro milioni gli italiani che a vario titolo sono membri o comunque interessati dall'attività di un'organizzazione settaria». Tuttavia, «la mancanza di dati ed informazioni specifiche e dettagliate su questo tema costituisce un forte limite sia per costruire politiche dedicate sia per una mera conoscenza del fenomeno, anche a beneficio della generalità dei cittadini italiani». Anche perché gran parte di queste organizzazioni – come ricostruiscono Piccinni e Gazzanni – «tendono ad allontanare gli adepti dai propri nuclei familiari e dalla propria cerchia sociale» e, nel contempo, «vengono puntualmente compiute truffe ed abusi economici, che si concretizzano spesso nella devoluzione di ogni forma di avere economico o finanziario e spesso anche altri generi di beni materiali, in favore della setta e dei suoi leader; non di rado, a queste forme di abusi materiali si affiancano anche vere e proprie forme di abusi sessuali, che vedono coinvolti anche minori».
Da qui la richiesta dei parlamentari, che hanno impegnato il Governo «ad adottare iniziative per istituire presso il Ministero dell’Interno un osservatorio nazionale permanente sui fenomeni settari, costituito da rappresentanti istituzionali, a partire dai Ministeri interessati e dalle forze dell'ordine impegnate sul campo, nonché da esperti del mondo scientifico, medico e giuridico attivi nel contrasto e nella prevenzione del suddetto fenomeno», con il compito di monitorare, raccogliere ed elaborare dati sul fenomeno settario nel nostro Paese; relazionare almeno annualmente al Parlamento sulla propria attività; formulare proposte di contrasto e raccogliere ed elaborare le migliori pratiche sul territorio e diffonderle a livello nazionale.
 

IL LIBRO
C’è un mondo oscuro che si muove fra potere, politica e business. Un mondo che si costruisce sulla pelle non dei più deboli, ma di persone che vivono momenti di difficoltà. Alla violazione psicologica si affianca spesso anche una violenza ancora più devastante, profonda e sconosciuta.
A vivere in questo mondo sotterraneo sono quattro milioni di italiani. Sono il vostro edicolante, la ragazza che vi prepara il cappuccino al bar la mattina, la signora simpatica che incontrate sull’autobus andando al lavoro o il vostro odiatissimo vicino. Sono persone inghiottite in quella zona grigia – che nel nostro paese soffre di un inspiegabile vuoto normativo – che s’annida al confine tra l’adesione a un nuovo culto e la manipolazione psicologica.Abusi sessuali ed economici, violenze fisiche, vite distrutte e piccoli imperi sono colonne portanti di questo allarmante universo misterioso.
Per raccontarlo, Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni hanno viaggiato lungo tutta l’Italia. Si sono infiltrati in alcune comunità, hanno incontrato adepti ed ex membri, parlato con esperti e indagato i gangli politici ed econoici che rendono queste organizzazioni così potenti e aggressive. Ne emerge un quadro sconvolgente e inaspettato, che attraverso documenti inediti e ricerche investigative puntuali mostra tutti gli abusi a cui gli adepti sono sottoposti. Dalla sconvolgente comunità torinese dei monaci Durjaya, alla misteriosa Archeosofia, passando da pedinamenti e pedofilia, Nella Setta restituisce un’immagine inquietante e incredibile dell’occulto nel nostro paese.

 
 

L'INCHIESTA SULL'ARCHEOSOFIA

Il libro, pubblicato giovedì 15 novembre, è già in ristampa e al centro di un dibattito molto acceso. Le rivelazioni presenti hanno spinto la Polizia di Stato ad aprire un'inchiesta sull'organizzazione Archeosofia. Numerosi i documenti fino a oggi segreti e riservati che stanno venendo fuori in questi giorni: dai pedinamenti segreti della Soka Gakkai ai misteriosi e violenti Monadi Durjaya presenti a Torino. 

GLI AUTORI

FLAVIA PICCINNI

Ha pubblicato tre romanzi e un reportage sulla ’ndrangheta. Coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide, collabora con numerosi giornali. È autrice di documentari per Rai1 e Radio3 Rai. Con l’inchiesta Bellissime(Fandango, 2017)  ha vinto il Premio Croce, il Premio Enea e il Premio Essere Donna. Il libro ha suggerito tre interrogazioni parlamentari e un DDL, e presto diventerà un film documentario. 
 
CARMINE GAZZANNI
Giornalista professionista, scrive per La Notizia, Left, Donna ModernaLinkiesta.In passato ha collaborato con Presa Diretta (Rai3), L’Espresso Narcomafie. Dalle sue inchieste sono nate numerose interrogazioni parlamentari. È tra i vincitori del Premio Rampino 2018 e Premio Pietro di Donato. 

Read 1013 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1055 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa