ANNO XIII  Gennaio 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 21 Dicembre 2018 00:00

Era prevedibile, ma Lady Messi sta conquistando il calcio francese

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'asso cinese del Psg femminile segna e incanta. Chi è la calciatrice più popolare (non solo in Oriente) del momento. La chiamano Lady Messi, perché non solo è la mente ma anche il braccio, e quindi i passaggi e i gol del Paris Saint Germain, proprio come il Leo più famoso del calcio è la stella cometa del Barcellona.

Wang Shuang, che il 23 gennaio compirá 24 anni, è del resto abituata da sempre ai fari della ribalta. A 12 anni era giá la stella della nazionale cinese under 17, a 17 giocava in quella under 20, nel 2013 è stata eletta calciatrice dell’anno in Corea col Daejeon Sportstoto, nelle stagioni 2016 e 2017, ha conquistato per due anni consecutivi il campionato cinese con il Dalian Quanjian, quest’anno, ha iniziato la stagione con il neo promosso Wuhan Ladies, ma poi è passata al PSG col quale aveva firmato in estate per due anni.

“Per me è una responsabilitá ed un onore: ho la responsabilitá di far bene ed è anche un riconoscimento per il calcio cinese, a conferma che abbiamo qualitá e possibilitá di brillare anche in Europa”. Forte dell’etichetta di maggior talento del calcio cinese, con giá 86 presenze in nazionale cinese, aggiudicandosi il bronzo all’Asian Cup in Giordania e l’argento agli Asian Games in Indonesia.

Centrocampista offensiva, piccola, veloce, col tiro mancino sempre pronto, Lady Messi ha le idee chiarissime: “Mi domando sempre come posso essere riconosciuta dalle compagne. L’unico modo è lavorare duro e segnare spesso, così che possano aver confidare in me. In partita ci si aspetta che io sia determinata, che mostri la mia abilitá e che segni quando occorre. Mi sembra l’unico sistema per guadagnare la fiducia dagli altri”. Con pensierini così è entrata nella storia come la prima cinese a segnare nella UWCL la Champions delle donne.

Infatti, in dieci partite, ha realizzato quattro gol ed altrettanti assist, sorprendendo spesso con le sue iniziative personali. Tanto da meritarsi il premio di calciatrice asiatica dell’anno. Che la inorgoglisce, e la motiva: “Per è un onore davvero totale. Il calcio è uno sport che rappresenta l’uguaglianza, spero che questo premio ricordi alle ragazze in Asia che, se hanno un sogno, dovrebbero continuare a inseguire quel sogno e trasformarlo in realtá”.

 

Read 369 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1410 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa