ANNO XIII Settembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 02 Luglio 2019 20:07

Andrea Delmastro (FdI): la morte, in stato di detenzione del Capitano Rafael Acosta Arévalo, rappresenta l'ultimo e più brutale atto di un regime dispotico e criminale di Maduro

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riceviamo e pubblichiamo dall' On. Andrea Del Mastro Delle Vedove la sua interrogazione sulla morte in stato di detenzione del Capitano di corvetta Rafael Acosta Arévalo il 01 luglio in Venezuela.

Interogazione a risposta in Commissione presentata dall'On. Andrea Del Mastro Delle Vedove Fratelli d'Italia il 01/07/2019 22:17 Affari Esteri
Al Ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale - Per sapere - premesso che:
il 21 giugno 2019 è stato arrestato, con l'accusa di colpo di Stato, il Capitano di corvetta Rafael Acosta Arévalo dagli uomini della Direzione Generale del controspionaggio militare di Maduro;
venerdì 28 giurno 2019 è comparso avanti al Magistrato in sedia rotelle con evidenti segni di tortura che non lasciavano presagire nulla di buono;
il 01.07.2019 il Capitano è morto sollevando l'indignazione della comunità internazionale;
la morte annunciata del Capitano si inserisce nell'ambito della ormai prassi consolidata degli arresti arbitrari, successivamente delle pratiche di detenzione arbitraria ed infine delle consolidate torture a cui vengono sottoposti gli oppositori del brutale e sanguinario regime di Maduro;
attualmente nelle case circondariali venezuelani sono detenuti circa 700 prigionieri politici di cui 200 militari;
la morte, in stato di detenzione del Capitano Rafael Acosta Arévalo, rappresenta l'ultimo e più brutale atto di un regime dispotico e criminale, già noto per la sparizione forzata del Generale Raul
Isaias Baduel e di Miguel Rodriguez Torres e per la sistemativa tortura per il tramite di crocifissione elettrocuzioni ai danni dei militari della Guardia Nazionale Bolivariana che hanno tentato
coraggiosamente di difendere la Costituzione della Repubblica Venezuelana;
se il Ministero degli Esteri abbia intenzione di chiedere alla comunità internazionale, e in particolare all’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti umani, di intervenire senza indugio perché i diritti dei venezuelani siano ristabiliti e la loro integrità sia protetta;
se il Ministero degli Esteri voglia subordinare la sua partecipazione al Grupo di Contatto alla disponibilità del Regime di Maduro di accettare da parte della Comunità Internazionale una indagine urgente ed imparziale dei fatti per accerare le eventuali responsabilità per la morte del Capitano Rafael Acosta Arévalo;
On. Andrea Del Mastro Delle Vedove

Read 535 times Last modified on Mercoledì, 03 Luglio 2019 03:33

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1135 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa