ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 15 Agosto 2019 00:00

A Nadia Toffa, giornalista d'inchiesta delle Iene il ricordo di Agoramagazine

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Domani 16 agosto a Brescia ci saranno i funerali celebrati dal parroco della Terra dei Fuochi, uno dei tanti simboli delle battaglie di verità portata avanti con grinta giovanile dalla giornalista Nadia Toffa.

Noi la vogliamo ricordare, ora che il tratto della penna diventa leggero, sottratto all’emozione della notizia, la vogliamo ricordare nell’ultima visita a Taranto, quando venne nel 2018 a ritirare la cittadinanza onoraria di Taranto al Comune, con tanto di cerimonia per il quasi milione di euro raccolto in solidarieta con la maglietta Ie Jesche Pacce Pe Te -per il reparto di oncologia infantile presso l'ospedale della città. Un immagine stampata nelle cornee che resterà per sempre con noi.

L’abbiamo seguita sempre, in questi ultimi mesi, su twitter, anche quando con ironia cinquettava a chi le augurava la morte. L’insipienza dei mediocri che insultano chi immaginano abbia il potere del ruolo pubblico, quasi per pareggiare, col tu per tu della rete, la loro nullità. Quando io risposi a un insulto scrivendo che ognuno merita rispetto, Nadia rispose "esatto Roberto". Pensando a quelli che si divertono ora mostro il mio disgusto, ma poi pensando al sorriso di Nadia tergiverso, oltrepasso il fiume dell’ignoranza e della stupidità e vado avanti.

A rileggere il libro: “Fiorire di inverno” scritto in un momento in cui le pareva che il primo stadio della malattia fosse superato, ma anche per raccontare di se delle sue storie. Era nata a Brescia nel 1979 col cuore sparso dappertutto e anche a Taranto, studi classici e laurea in lettere, dopo quattro anni di gavetta nelle emittenti locali, Nadia Toffa trova la grande occasione nel 2009 a 'Le Iene', diventando in breve tempo una delle inviate più apprezzate. 

Nel libro racconta i suoi servizi più celebri, quelli sulle presunte truffe compiute da farmacie ai danni del servizio sanitario nazionale, sulla proliferazione delle sale slot machine (nel 2014 pubblica 'Quando il gioco si fa duro sul fenomeno dell'azzardopatia in Italia), e, appunto, sullo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania per mano della camorra, sul crescente tasso di tumori nel "triangolo della morte" tra Napoli e Caserta e sulla "terra dei veleni" a Crotone. E anche sul veleno che si sparge sui Tamburi della città cara ad Orazio. Mediaset, che il giorno della sua morte modifica il palinsesto, inserisce un breve spot durante le trasmissioni per salutarla. Tanti i premi di cui è stata insignita nel corso della sua carriera. Il 20 febbraio 2018 il comune di Taranto le conferisce la cittadinanza onoraria; a giugno 2018 vince Premio Luchetta per un reportage, realizzato assieme a Marco Fubini, sulla prostituzione minorile nella periferia di Bari. “

Una giornalista d’inchiesta che lascia un vuoto nelle Iene e in tutti noi che l’abbiamo sempre seguita con ammirazione.

Ora lo stupore di una dipartita, fuori dai riflettori e dalle telecamere - in tutti questi mesi dall’ospedale ci ha inviato baci e sorrisi - e con questa dolcezza le rivolgiamo il nostro sincero saluto da queste pagine. Addio Nadia.

Read 345 times Last modified on Venerdì, 16 Agosto 2019 02:16

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1111 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« October 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31