ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 29 Agosto 2019 18:07

Strade inadeguate e la Provincia non innalza limiti orario? Le declassi cosi diventano illegali gli autovelox

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il consigliere angelo di lena chiede alla provincia per le strade extraurbane secondarie di sua competenza con autovelox i cui limiti di velocità sono posti a 50 km orari il declassamento a tipo E ed F.

Dopo la nota con la quale l'ufficio tecnico della Provincia ha voluto precisare che il limite di velocità previsto per gli autovelox installati nelle strade extraurbane secondarie di competenza provinciale rimarrà inalterato a 50 km orari, il consigliere Di Lena, che aveva chiesto un adeguamento del limite di velocità a 90 km orari o quantomeno a 70, essendo le strade suddette strade di categoria C  -  extraurbane secondarie  - interpellato sulla questione ha voluto rilasciare le seguenti dichiarazioni manifestando perplessità:

“La Provincia a mezzo dell'ufficio tecnico e a nome del suo Presidente ha dichiarato che il limite di velocità non verrà innalzato  - come previsto per legge per le strade extraurbane secondarie  - a 70 km orari o a 90, ma rimarrà a 50 km orari, giustificando il mancato innalzamento della velocità alla necessità di un adeguamento alle nuove norme che prevedono una sede stradale a due corsie di larghezza complessiva non inferiore a 10 metri, mentre quasi tutte quelle in esercizio sono di 6 m. 

Sono sinceramente molto deluso dall'atteggiamento della Provincia ed oltremodo perplesso. 

A questo punto, visto che la condizione della carreggiate delle strade non rispecchia le caratteristiche previste dalla legge, ritengo doveroso chiedere il declassamento da strade provinciali di C a tipo E ed F anche ai sensi del d m. del 05.11.2001, il che, tra l’altro, non consentirebbe l’utilizzo degli autovelox. 

Il vero problema è che in tutti questi anni la Provincia si è completamente disinteressata delle sue strade che per la maggior parte appaiono in cattivo stato di manutenzione e non ha ritenuto necessario declassarle, come avrebbe dovuto, vista la loro condizione generale, per non privarsi della opportunità di installare autovelox. 

Da amministratore pubblico ritengo che investire sulle strade e adeguarle alle norme previste è un dovere della Provincia per assicurare la sicurezza stradale dei cittadini che percorrono ogni giorno le strade provinciali. 

Purtroppo niente si è fatto ed ora occorre una inversione di marcia nell'interesse di tutta la comunità jonica. 

Le strade sono fondamentali per assicurare i collegamenti ed incrementare il commercio e il turismo”.

Read 454 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1114 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa