ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 20 Settembre 2019 17:51

Poker Roma al Basaksehir, Lazio ko con il Cluj

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Roma parte con il piede giusto nel girone J di Europa League sconfiggendo all'Olimpico per 4-0 l'Istanbul Basaksehir. I giallorossi giocano un primo tempo opaco e trovano il vantaggio grazie a un fortunoso autogol; meglio nella ripresa dove creano molte occasioni e trovano altri tre gol con Dzeko, Zaniolo, decisamente il migliore in campo e Kluivert. Nella classifica del gruppo la squadra di Fonseca guida con 3 punti insieme agli austriaci del Wolfsberg vincitori in trasferta, sempre per 4-0 sul Borussia Moenchengladbach.

Partenza veloce dei capitolini e dopo 2 minuti Zaniolo si libera al tiro di sinistro dal limite dell'area, la conclusione è respinta con i piedi da Gunok. Poco dopo Kluivert serve in area sulla sinistra Pastore che tenta la girata in diagonale e Gunok ancora a fare buona guardia. Con il passare dei minuti cala la spinta dei ragazzi di Fonseca e i turchi riescono a difendersi senza correre rischi. Dopo la mezz'ora si fa vedere Pastore con un sinistro in diagonale da fuori area respinto dal portiere ospite. Al 42' arriva in maniera fortunosa il vantaggio dei padroni di casa: Dzeko lancia sulla destra Spinazzola che crossa addosso al corpo di Junior Caiçara che, goffamente, devia la palla in rete.

In avvio di ripresa bel lancio di Pastore in area per Dzeko che di sinistro calcia in diagonale addosso a Gunok in uscita che salva la sua porta. Al 10' gol annullato a Dzeko per fuorigioco: Kolarov centra basso per Zaniolo che in spaccata a porta vuota calcia in diagonale irrompe il centravanti bosniaco che sulla linea di porta insacca di testa ma in posizione irregolare. Il raddoppio arriva tre minuti dopo: lancio di Cristante sulla destra per Zaniolo che arriva al limite dell'area salta con un dribbling a rientrare Topal e, sull'uscita di Gunok, serve Dzeko che può andare in gol a porta vuota, firmano il 90° gol con la maglia giallorossa. I padroni di casa continuano ad attaccare e calano il tris con Zaniolo: cross dalla sinistra di Kolarov per Kluivert che serve in area Dzeko, il bosniaco controlla spalle alla porta e smista sulla destra a Zaniolo che con un preciso interno sinistro piega le mani a Gonuk e insacca sul palo opposto. In pieno recupero arriva il quarto gol con Kluivert. Lancio in verticale di Zaniolo per l'olandese che, in area sulla destra, controlla, si sposta il pallone sul sinistro e calcia rasoterra a fil di palo superando ancora Gunok.

La Lazio parte male in Europa League

Continua il momento negativo della Lazio che dopo la sconfitta di domenica a Ferrara con la Spal perde 2-1 anche all'esordio in Europa League in trasferta contro il non irresistibile Cluj. I biancocelesti, passati in vantaggio con Bastos, si fanno rimontare dal rigore di Deac e dal gol decisivo di Omrani. Prova incolore dei capitolini che si spengono dopo un discreto avvio arrendendosi a un avversario più determinato e superiore fisicamente. Si complica la situazione nel gruppo E dove il Cluj è in testa con 3 punti, davanti a Rennes e Celtic Glasgow (che hanno pareggiato 1-1 in Francia) a quota 1 e la Lazio a zero.

Parte meglio la squadra ospite che si rende pericolosa dopo dieci minuti: preciso cross di Jony per il colpo di testa di Milinkovic-Savic, sul quale Arlauskis compie una grande parata in piena distensione. Al 25' la Lazio trova il vantaggio, ancora Jony al cross dalla sinistra e Bastos che arriva sul primo palo e insacca con un colpo di coscia. Alla mezz'ora biancocelesti vicini al raddoppio ma Lazzari solo davanti ad Arlauskis sballa la conclusione mandando alto.

Al 41' arriva la doccia fredda per la squadra di Inzaghi: Leiva trattiene in are Djokovic e l'arbitro assegna il rigore che Deac realizza spiazzando Stakosha. Prima della fine della frazione gli ospiti sfiorano il nuovo vantaggio. Punizione di Jony, Milinkovic-Savic svetta di testa ma manda di un soffio a lato.

In avvio di ripresa brivido per la Lazio, Bastos perde palla nella sua metà campo e Omrani si trova a tu per tu con Strakosha, tiro a colpo sicuro ma palla di poco fuori. Al 20' ancora in difficoltà la retroguardia biancoceleste con Bastos che riesce a liberare la sua area con un provvidenziale intervento in scivolata ad anticipare Omrani.

Alla mezz'ora arriva il gol partita per la squadra di Petrescu: percussione di Paun e crosso per Omrani la cui conclusione termina sulla traversa e sul rimpallo interviene ancora Omrani che trova la carambola vincente con la sfera che sbatte sul palo e termina in rete. Inzaghi inserisce Lulic e Adekanye ma non basta a trovare il pari anche per il grande intervento di Arlauskis su tiro di Cataldi al 90’.

"Il risultato non ci sta, la sconfitta è immeritata. L'arbitro ha fischiato un calcio di rigore, viziato da un precedente fallo su Leiva. Ma se l'avessima chiusa prima, non avremmo avuto da reclamare. Avremmo meritato di più, il ko ci dispiace ma il buon primo tempo ci deve far riflettere". Così l'allenatore della Lazio, Simone Inzaghi che aggiunge: "Continuiamo a credere in ciò che facciamo, ma dobbiamo essere più concreti nella finalizzazione per portare a casa le vittorie. Sono dispiaciuto per queste due sconfitte ma teniamo alta la testa: fra due giorni e mezzo c'è il Parma, faremo una grande gara''.

 
Read 160 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1171 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa