Print this page
Domenica, 27 Ottobre 2019 02:16

Di Lena sollecita la Prefettura e la Polizia di Taranto per una maggiore sicurezza delle Strade provinciali

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Consigliere dell’ Unione dei comuni Angelo Di Lena sollecita La Dr.Ssa Bellomo e la Polizia di Taranto a prendere seri provvedimenti non solo con controlli  da parte degli agenti del Commissariato Borgo e delle Volanti, supportati dalla Polizia Locale di Taranto per prevenire reati dei cittadini, ma facendo anche fronte comune senza attendere le lungaggini burocratiche  per la sicurezza delle strade provinciali tenendo conto che gli enti proprietari delle strade hanno l'obbligo di avere strade sicure .

Il consigliere ANGELO DI LENA dopo la riunione del 27 Settembre , da lui fortemente voluta, per l’osservatorio provinciale presso la Prefettura di Taranto sollecita La Dr.Ssa Bellomo e la Polizia Stradale di Taranto a prendere seri provvedimenti non solo con controlli  da parte degli agenti del Commissariato Borgo e delle Volanti, supportati dalla Polizia Locale di Taranto per prevenire reati dei cittadini , ma facendo anche fronte comune senza attendere le lungaggini burocratiche  per la sicurezza delle strade provinciali tenendo conto  che gli enti devono rispettare le  istruzioni allegate alla circolare Minniti e tenendo anche conto che ai sensi del d.lgs.285/92 articolo 142 comma 2 Gli enti proprietari della strada hanno l'obbligo di adeguare tempestivamente i limiti di velocità al venir meno delle cause che hanno indotto a disporre limiti .

Tutto ciò tenendo presente  che ieri c’è stato ancora sangue sulle strade del Tarantino. 

E ancora una volta il teatro dell’ennesima tragedia è la strada vecchia  che da Massafra porta sulla costa, a marina di Chiatona.

Due persone hanno perso la vita e quattro sono rimaste ferite, due delle quali in maniera grave. 

"Occorre rivedere tutte le collocazioni degli autovelox nei comuni della provincia di Taranto e sistemate le strade della provincia come prevede il d.lgs.285/92 articolo 142 comma 2”.

Dopo le sollecitazioni del Consigliere dell’Unione dei comuni terre del mare e del sole Angelo Di Lena il 27 Settembre si era riunito  l’osservatorio provinciale per il monitoraggio dei sinistri stradali della provincia di Taranto per verificare l'analisi dell'incidentalità stradale complessiva di tutta la provincia jonica. 

“Questi dati che ci permetteranno finalmente di conoscere se sono legali o meno alcuni autovelox collocati da alcuni comuni della Provincia in alcune strade , però dal mio punto di vista , si sarebbero dovuti portare all’attenzione del Prefetto e delle autorità giudiziarie molto tempo prima e non attendere addirittura Novembre, visto che 

ad esempio la Provinciale 35  più volte è stata teatro di incidenti mortali, l’utimo all’inizio di settembre che avevo evidenziato nella quale persero la vita due ragazzi, di 18 e 19 anni che si trovavano sulla strada provinciale su indicata che da Massafra porta a Chiatona mi aveva spinto già a sollecitare alla Prefettura di Taranto l’osservatorio provinciale per il monitoraggio complessivo degli effettivi tratti di strada pericolosi tenendo conto delle istruzioni previste dall circolare Minniti .

A seguito di quanto accaduto anche ieri con il sinistro sulla S.P. 35 ritengo che occorre accelerare per fare una ricognizione del territorio dell’ intera provincia di Taranto anche perché nel punto dove ieri è accaduto il sinistro non c’è un autovelox , che risulta invece collocato in strade e comuni dove non ci sono mai stati incidenti”.

Read 336 times