ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 20 Novembre 2019 18:58

Conte contro Salvini sul Fondo Salva Stati: 'Deliri' La replica: 'Premier mente'

Written by 
Rate this item
(0 votes)

"Oggi abbiamo scoperto che c'è un negoziato che è da un anno in corso: il delirio collettivo sul Mes è stato suscitato dal leader dell'opposizione, lo stesso che qualche mese fa partecipava ai tavoli discutendo di Mes, perché abbiamo avuto vertici di maggioranza con i massimi esponenti della Lega, quattro incontri" e ora c'è chi scopre che era al tavolo "a sua insaputa". Lo dice il premier Giuseppe Conte a margine dell'assemblea dell'Anci ad Arezzo.

"Oggi - ha detto ancora il premier - ci si meraviglia e lo stesso partito che partecipava a vertici di maggioranza sul tema scopre l'esistenza del Mes e grida allo scandalo: questo è un atteggiamento irresponsabile". "Come i cittadini pretendono dal governo un atteggiamento responsabile, così io pretendo un'opposizione seria, credibile, perché difendiamo tutti gli interessi nazionali, altrimenti è un sovranismo da operetta", sottolinea.

Immediata la replica di Salvini. "Il signor Conte - attacca in una nota - è bugiardo o smemorato. Se fosse onesto direbbe che a quei tavoli, così come a ogni dibattito pubblico, compresi quelli parlamentari, abbiamo sempre detto di no al Mes. Non è difficile da ammettere e del resto, se necessario, ci sono numerose dichiarazioni a testimonianza della contrarietà espressa da tutti i componenti della Lega, ministri compresi, su questo argomento. Cosa teme il presidente del Consiglio? Ha forse svenduto i risparmi degli italiani?".

"I cittadini non si devono preoccupare, non mi risulta", ha spiegato inoltre il premier replicando a chi gli chiedeva informazioni sull'esistenza di una norma in manovra che permetterebbe agli enti locali, in particolare ai Comuni, di bloccare i conti a chi non paghi multe e altre tasse locali.

"Dobbiamo superare la stagione dei tagli lineari, che ha privato i territori di risorse preziose. Lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni", ha detto il premier nel suo intervento davanti ai sindaci.

"Abbiamo una grave emergenza per le periferie e dobbiamo occuparcene al più presto in modo efficace. In prospettiva dobbiamo rendere strutturale il fondo periferie".

"Rispetteremo l'impegno" in legge di bilancio per "abbassare i tassi di interesse sui mutui" dei Comuni, ha detto Conte. "Prevediamo di individuare, con apposito decreto del ministero dell'Economia, criteri efficaci per ridurre la spesa per i mutui a carico degli enti locali", ha aggiunto. "E qui il meccanismo sarà l'accollo e la ristrutturazione degli stessi da parte dello Stato".

"Non possiamo rassegnarci a un'Italia a più velocità". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, nel suo intervento all'assemblea Anci ad Arezzo. "Se restituiremo alla bellezza anche i territori interni, con infrastrutture adeguate, potremo far conoscere al mondo il Paese più bello", ha aggiunto.

"A fronte di una sommatoria di responsabilità che non possono essere racchiuse in previsioni normative, le risorse umane e materiali purtroppo non sono sufficienti, tanto più nei Comuni più piccoli, che soffrono strutturalmente - ormai da troppi anni - una intollerabile carenza di mezzi e di personale", ha affermato Conte. "Quando la spending review - ha aggiunto - non si limita a eliminare sprechi e contenere inefficienze, ma finisce per incidere sulla funzionalità dei servizi prestati alla collettività è chiaro che diventa tanto più elevato il rischio di sfibrare il tessuto sociale". E questo può "alimentare sfiducia e scoramento dei cittadini nei confronti delle istituzioni, percepite sempre più distanti dai loro bisogni".

"L'Italia non ha avuto, non ha e non avrà bisogno dei prestiti MES: il debito italiano è sostenibile, ha una dinamica sotto controllo anche grazie alla politica fiscale prudente e a sostegno della crescita che il paese porta avanti": lo assicura il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, in una nota in cui sottolinea che il Meccanismo "è un potente elemento di stabilizzazione dei mercati finanziari e una difesa contro possibili crisi e deve pertanto essere considerato come un nostro alleato, non come un nemico". Ansa

Read 255 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1188 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« January 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31