ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 18 Gennaio 2020 13:26

Orrore a Panama, setta tortura e uccide 5 bimbi e madre incinta

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Orrore a Panama, dove in una fossa comune sono stati trovati sette corpi, tra cui quelli di cinque bambini e di una donna incinta che, ritengono gli inquirenti, sono stati torturati ed uccisi durante il rituale di una setta. Il procuratore Rafael Baloyes ha reso noto chela donna aveva 32 anni ed era incinta di quattro, forse sei, mesi. Le altre vittime avevano tra i 17 ed un anno.

I corpi sono stati ritrovati nel cimitero del villaggio di Terro, nella regione nord occidentale di Ngäbe-Buglé,e si ritiene che siano stati trucidati due giorni prima il ritrovamento, avvenuto martedì scorso, ha detto ancora il procuratore.

La polizia è riuscita a liberare altre 15 persone che erano tenute in ostaggio e maltrattate nell'edificio usato come quartier generale della setta che si fa chiamare la 'chiesa di Dio' che utilizza torture e violenze, chiamati 'esorcismi', per punire le persone che, a detta dei leader della setta, si rifiutano di pentirsi dei propri peccati.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, le violenze sono iniziate lo scorso sabato quando un membro della setta ha affermato di aver ricevuto un messaggio di Dio. Le vittime sono state trascinate fuori dalle loro case, legate e portate nell'edificio dove la polizia ha trovato diversi machete. Il procuratore ha detto che sono state arrestate 10 persone, tra le quali il nonno dei bambini uccisi ed alcuni adolescenti.

L'allarme è scattato quando tre abitanti del villaggio, feriti durante le torture ed i pestaggi, sono riusciti a scappare ed a raggiungere un ospedale della zona. Le indagini sulla setta sono iniziate tre mesi fa quando sono apparse sui social media immagini di una persona bruciata durante il rituale. Adnkronos

Read 232 times Last modified on Sabato, 18 Gennaio 2020 14:56

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1167 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa