ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 01 Febbraio 2020 03:18

All'Osservatorio Galene si discute del Parco Mar Piccolo di Taranto, Gianni Liviano "interlocutorio e molto produttivo"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Molto produttivo anche se, inevitabilmente, interlocutorio. È questa la sintesi dell'incontro tenutosi giovedì pomeriggio, a Bari, nella saletta riunioni dell'Ufficio parchi della Regione Puglia nel corso del quale si è tornati a prendere in esame la possibilità di creare il parco regionale del Mar Piccolo.

A parlarne con i dirigenti dell'ufficio Parchi della Regione Puglia c'erano Leonardo Giangrande, presidente dell'osservatorio Galene (organismo la cui mission è la valorizzazione e sostenibilità del sistema Mar Piccolo) accompagnato dai suoi due vicepresidenti Bisignano e Millarte, lo staff del Commissario alle Bonifiche, e il consigliere regionale Gianni Liviano, promotore della legge regionale istitutiva del Parco regionale del Mar Piccolo.

Interlocutorio, perché non sono state formalizzate decisioni ufficiali; molto produttivo, perché i rappresentanti dell'Osservatorio, organismo voluto dal commissario straordinario per le bonifiche Vera Corbelli, hanno potuto prendere visione dello schema del documento di indirizzo, loro illustrato dall'ing. Loconsole, ed esporre i propri quesiti riservandosi di produrre un documento con le considerazioni e proposte da discutere in Conferenza dei servizi.

Sull'argomento, infatti, nei giorni scorsi i componenti l'Osservatorio Galene si sono confrontati sull'utilità e gli effetti della proposta di fare del Mar Piccolo un parco regionale.

Centrali nell'incontro di giovedì gli aspetti legati alla perimetrazione e alle clausole di salvaguardia.

"Sono soddisfatto del confronto che si è sviluppato l'altro ieri con il presidente Giangrande", commenta Gianni Liviano. "L'ho già detto più volte in questi giorni e torno a ripeterlo - aggiunge il consigliere regionale tarantino -: il parco regionale del Mar Piccolo per me rappresenta una grande opportunità per la salvaguardia, la tutela e la promozione del paesaggio naturalistico e paesaggistico della nostra provincia. Non solo. A mio avviso il progetto può contribuire a dare il segnale di un'altra città, diversa da quella dove tutti ci si ammala e si muore; a tutelare le bellezze naturali del Mar Piccolo e trasmetterle intatte alle prossime generazioni; può rappresentare un'opportunità economica per i prodotti agricoli e del mare attraverso la creazione di brand e marchi come del resto avvenuto, giusto per fare un esempio, con la riserva naturale regionale di Torre Guaceto. Lì sono nati il marchio del pomodoro Fiaschetto e L'Oro del Parco, l'olio prodotto dagli ulivi millenari della riserva. Prodotti conosciutissimi anche a livello internazionale. Abbiamo convenuto con il presidente Giangrande e con gli uffici della Regione che l'obiettivo condiviso è tutelare i mitilicoltori del nostro territorio e nessuna penalizzazione dovrà essere apportata al lavoro importante che in tanti, grazie alla spinta propulsiva dello staff del Commissario alle Bonifiche, stanno realizzando sul territorio. Questo incontro - conclude Liviano - riveste una rilevanza significativa anche perché l'osservatorio Galene è l'organismo a cui il Comune di Taranto, notoriamente contrario alla creazione del Parco, ha delegato la sua scelta finale per voce dell'assessore Cataldino".

Read 415 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1063 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa