ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 23 Luglio 2020 16:54

Delmastro Delle Vedove (Fdi) interroga nuovamente Di Maio sul rimpatrio degli italiani bloccati in Venezuela e Sudamerica

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Governo dovrebbe adoperarsi "per far rientrare quanto prima gli italiani bloccati in Venezuela e tutte le persone attualmente in lista d'attesa per il volo commerciale", magari organizzando "un volo non commerciale per raccogliere i gruppi esigui sparsi nei Paesi del Centro e Sud America e porre fine a questo calvario".

Così scrive il deputato di Fratelli d’Italia Andrea Delmastro Delle Vedove in una nuova interrogazione al Ministro degli esteri Di Maio, dopo aver ricevuto lui stesso "una richiesta d'aiuto da parte di un gruppo di italiani bloccati in Venezuela o per l'emergenza coronavirus a Porlamar". Circostanza, questa, che fa "credere che vi siano altri nostri connazionali nelle stesse condizioni nel resto della nazione", scrive il deputato nella premessa in cui riporta che "il gruppo dichiara di aver regolarmente compilato il form online sul sito dell'ambasciata d'Italia a Caracas, al fine di poter accedere ad un volo di ritorno iscrivendosi alla lista d'attesa per un volo commerciale".

"Gli italiani – prosegue Delmastro Delle Vedove – lamentano che da tempo non ricevono aggiornamenti o notizie sulle date programmate di un volo di rientro. Alcuni di loro, anziani, sono nel Paese sudamericano da tempo e hanno necessità di tornare in Italia per poter riprendere alcune terapie farmacologiche interrotte, perché hanno terminato le scorte di medicinali; è stato riferito anche che ad un nostro connazionale il consolato di Caracas avrebbe negato la possibilità di lasciare il Paese poiché residente in Venezuela". La situazione in Venezuela, annota il parlamentare, "non è facile ed è aggravata per la scarsezza di benzina e derrate alimentari.

Secondo l'ufficio dell'Alto Commissario sarebbero oltre 2,3 milioni di persone in condizione di forte insicurezza alimentare; inoltre, il Venezuela è da tempo teatro di violenze politiche e della criminalità. Secondo alcune cifre fornite dalle Ong, dall'inizio di quest'anno 1500 persone sono state uccise da ladri, da bande criminali. In media più di 100mila persone ogni anno muoiono per crimini violenti". Considerato che "l'ultimo volo dal Venezuela rinvenuto dall'interrogante risale a maggio 2020 e in questi due mesi la situazione sociale è decisamente peggiorata", Delmastro Delle Vedove aggiunge: "non si riesce a capire il motivo per cui il Governo si ostini a non utilizzare i fondi del Meccanismo europeo di rimpatrio, che prevede la possibilità di abbattere i costi dei biglietti aerei fino al 75 per cento, invece di lasciare i cittadini italiani economicamente provati in balia dei rincari di mercato sui prezzi generalmente praticati per i voli di linea".

A Di Maio, quindi, chiede "quali iniziative intenda adottare il Governo per far rientrare quanto prima gli italiani bloccati in Venezuela e quante persone siano attualmente in lista d'attesa per il volo commerciale" e "se il Governo intenda organizzare un volo non commerciale per raccogliere i gruppi esigui sparsi nei Paesi del Centro e Sud America e porre fine a questo calvario".

Read 282 times

Utenti Online

Abbiamo 1164 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« September 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30