ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 11 Agosto 2020 18:13

Coronavirus in Italia, altri 412 casi e 6 morti Salgono i contagi

Written by 
Rate this item
(0 votes)

251.237 casi, 35.215 morti, 202.461 guariti, 13.561 malati. Dati Protezione Civile del 11 agosto 2020. Sicilia prima regione per aumento nuovi contagi. In Lombardia altri 68 casi e nessun decesso. In Emilia Romagna tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia e Malta. Sono 412 i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, mentre ieri erano stati 259.  Gli incrementi maggiori in Sicilia e Lombardia.

Sei morti e 412 nuovi casi di coronavirus. Crescono sia le vittime che i contagi nelle ultime 24 ore in Italia. E' quanto emerge dal report quotidiano del Ministero della Salute, consultabile sul sito della Protezione Civile. Il totale dei contagiati dall'inizio dell'emergenza è di 251.237 persone. I guariti sono 213 per un totale che sale a 202.461. In totale i malati sono 13.561. Di questi 49 sono in terapia intensiva e 801 ricoverati con sintomi. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 40.642 tamponi. E' la Sicilia la prima regione per aumento di nuovi casi di coronavirus, dove oggi se ne registrano 89. Seguono la Lombardia con 68 e il Veneto con 65. In Molise e Valle d'Aosta non si registrano nuovi casi.

Salgono i contagi per coronavirus in Italia: sono 412 i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, mentre ieri erano stati 259. Complessivamente sono 251.237 le persone che hanno contratto il virus. In lieve aumento il numero delle vittime: 6 in più che portano il totale a 35.215, mentre lunedì l'incremento era di 4. Solo 2 le regioni senza nuovi casi - Valle d'Aosta e Molise - mentre i maggiori incrementi si registrano in Sicilia(+89), Lombardia (+68) e Veneto (+65).

Tampone obbligatorio per rientri da Grecia-Spagna  - In Emilia-Romagna, da domani, ci sarà l'obbligo di fare il tampone per chi rientra dalle vacanze da Spagna, Grecia e Malta, ci si dovrà, infatti, segnalare immediatamente ai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle rispettive Ausl di residenza. Il tampone andrà fatto entro le 24 ore dal rientro. Se l'esito sarà negativo, non scatteranno provvedimenti di quarantena. Lo prevede un'ordinanza che verrà firmata domani dal presidente della Giunta regionale, Stefano Bonaccini.

Read 182 times

Utenti Online

Abbiamo 1026 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine