ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 18 Settembre 2020 18:08

Il Venezuela aggiunge 868 nuove infezioni e altri 9 decessi per COVID-19

Written by 
Rate this item
(0 votes)

64.284 casi, 520 morti, 52.564 guariti, 11.200 malati. Dati dal 18 settembre 2020. La Commissione presidenziale per la prevenzione e il controllo del COVID-19, ha specificato che il Venezuela totalizza finora 64.284 casi di COVID-19, di cui 11.200 attivi e 52.564 recuperati (82%)

Il madurismo venezuelano ha riconosciuto 868 nuove infezioni da COVID-19 nelle ultime 24 ore, in quanto i casi totali ammonterebbero a 64.284, ha annunciato il vice presidente del governo in controversia di Nicolás Maduro, Delcy Rodríguez.
"Nelle ultime 24 ore, sono stati confermati 824 casi di comunità e 44 casi importati, per un totale di 868 nuove infezioni", ha detto Rodríguez sul suo account Twitter.
Il distretto della capitale è stata ancora una volta la regione con il maggior numero di nuovi casi segnalati con 193, seguito dallo stato centrale di Miranda, dove sono stati rilevati 129 contagi.
I “casi importati”, come chiama il contestato governo di Nicolás Maduro i migranti che ritornano a causa della crisi che ha causato la pandemia nei paesi della regione, sono arrivati ​​dalla Colombia ed entrati attraverso i passi degli stati occidentali di Apure, Táchira e Zulia con questa nazione, ha aggiunto Rodríguez.
Allo stesso modo, il funzionario madurista ha annunciato la morte di altre nove persone per cause legate al COVID-19, che porterebbe il numero totale di morti a 520.
Rodríguez ha anche affermato che l'82% delle persone infette ha superato l'infezione e che il Paese registra solo 11.200 casi attivi, tutti ricoverati in ospedali e cliniche private.
Il contestato sovrano Nicolás Maduro ha detto domenica che i contagi, riconosciuti in media 1.000 al giorno, sono controllati, prevedendo che inizieranno a diminuire alla fine del mese.
Tuttavia, l'Accademia di scienze fisiche, matematiche e naturali ha avvertito questa settimana che la pandemia potrebbe peggiorare nei prossimi mesi con 14.000 infezioni giornaliere se il tasso di infezione non viene ridotto "significativamente" nelle settimane successive.
Il governo in contestazione ha assicurato nei giorni scorsi che si prepara al ritorno alla normalità e quindi ha vigilato sull'attuazione dei protocolli per evitare il contagio nei terminal terrestri e aeroportuali, oltre che nelle terme pubbliche.
Il Venezuela ha completato sei mesi di reclusione questo mercoledì, una settimana è rigida e l'altra è flessibile. Durante questo semestre la moneta nazionale si è svalutata di quasi l'80% rispetto al dollaro USA, con il quale si completano la maggior parte delle operazioni nel Paese.

Read 162 times

Utenti Online

Abbiamo 1255 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine