Print this page
Venerdì, 08 Gennaio 2021 10:52

Licia Colò, torno in tv per raccontarvi il nostro Eden

Written by  Daniela Giammusso
Rate this item
(0 votes)

"Il sabato sera? Noi scendiamo nell'arena portando la bellezza di una spiaggia, il sorvolo di una cascata, la ricchezza del nostro patrimonio artistico. Soprattutto, la forza della natura, che è l'elemento più importante.

Ma questo non lo abbiamo ancora capito, altrimenti non ci sarebbe bisogno di noi". A raccontarsi è la nuova signora del sabato sera di La7, Licia Colò, da sempre paladina dell'ambiente e del mondo naturale, che dal 9 gennaio torna alla guida di "Eden - Un pianeta da salvare", seconda edizione del programma dedicato alla celebrazione della (tanta) bellezza che ci circonda e che dovrà misurarsi con due "giganti" come Carlo Conti e Affari tuoi (Viva gli sposi!) su Ra1 e il ritorno di Maria De Filippi e C'è posta per te su Canale5. "Ormai ogni sera in tv è una sfida", risponde serena la conduttrice all'ANSA, convinta, soprattutto dopo l'ultimo anno, che ci sia ancora più necessità di affrontare certi temi. "Il nostro obbiettivo - spiega - è ancora puntato sul bello del pianeta, perché il brutto, purtroppo, ce lo mostrano tutti i giorni i telegiornali. Raccontiamo lo spettacolo della natura, ma anche ciò che siamo stati capaci di costruire noi uomini. Lanciamo temi, per stimolare riflessioni". Già perché in questo 2020 appena concluso, dice, "siamo rimasti, giustamente, tutti concentrati sulla lotta al Covid, per evitare che il treno ci travolgesse. Non dobbiamo però dimenticare che la febbre del pianeta continua a salire. D'altronde, se è vero questo virus ha effettuato un passaggio di specie, dall'animale all'uomo, è già un forte grido d'allarme. Senza contare - prosegue - che il 2020 non ci ha comunque risparmiato disastri ambientali, alluvioni, l'invasione delle locuste in Africa. Tutti fenomeni, che, secondo una ricerca della BBC, hanno fatto ancora più danni e vittime della pandemia". E se l'emergenza sanitaria ha chiuso confini e limitato gli spostamenti, si fa di necessità virtù. "In questa seconda edizione - spiega la conduttrice che ogni domenica è anche su Tv2000 con "Il mondo insieme" - daremo ancora più spazio all'Italia. No, non parleremo del Covid, ne' arriveranno virologi. Piuttosto racconteremo dei nuovi investimenti green, dell'importanza del chilometro zero e poi le scoperte scientifiche, il valore del nostro patrimonio storico e culturale". Nella prima puntata si parte dietro l'angolo di casa nostra. Ovvero, anticipa, "dalla Slovenia e dalle Grotte di Postumia, dove non ero mai stata e invece sono così belle da togliere il fiato. Sarà l'occasione per affrontare il tema dell'acqua potabile, che si sta velocemente esaurendo in tutto il pianeta. Andremo poi in Senegal, in Grecia. E torneremo in Italia, sul Gargano, che ha mari e spiagge bellissime, premiate con le Bandiere Blu, ma poi soffre per le microdiscariche abusive". In tutto, sono previsti "otto appuntamenti e forse anche due speciali". Ma all'alba del 2021, c'è un suggerimento che potremmo applicare per rispettare di più il pianeta che ci ospita? "Se tutti facessimo la nostra parte, sarebbe già tantissimo - risponde la Colò - Non serve tornare all'età della pietra. Il mio suggerimento è chiedersi prima di un acquisto se ne abbiamo davvero bisogno, dal cibo, che tanto spesso poi sprechiamo, alla Moda-fast fashion, che tra l'altro è una delle industrie più inquinanti al mondo. Qualcosa di buono, però, la pandemia ce l'ha portato - conclude - Come lo smartworking. Pensate a quante riunioni si sono tenute on line e non di persona, abbattendo viaggi, inquinamento aereo, consumo di energie e materiali. Dimostrando che un uso intelligente delle tecnologie può essere di grande aiuto". Ansa

Read 310 times