ANNO XV Marzo 2021.  Direttore Umberto Calabrese

×

Notice

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/banners/grotta

Warning: imagejpeg(/var/www/vhosts/agoramagazine.it/try.agoramagazine.it/cache/jw_sig/jw_sig_cache_aadad6f21e_img-20160722-wa0002.jpg): failed to open stream: Permission denied in /var/www/vhosts/agoramagazine.it/try.agoramagazine.it/plugins/content/jw_sig/jw_sig/includes/helper.php on line 152
Domenica, 24 Luglio 2016 12:39

Grottaglie (Taranto) - “Il talento... in scena" con Sciambarruto alla chitarra Barile e Chiga al pianoforte

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Grande successo per la prima serata del “Festival musicale Città delle Ceramiche” di Grottaglie, giunto ormai alla sua terza edizione. Il pubblico non ha voluto mancare al concerto “l'antologia...colonne sonore” del violinista Francesco Greco accompagnato dalla sua ensemble.

La rassegna musicale è promossa e organizzata dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto, in collaborazione con il Comune di Grottaglie. Il festival, nato tre anni fa su iniziativa dei tre direttori artistici, fondatori dell'associazione musicale Domenico Savino - Paolo Cuccaro, Pierpaolo De Padova e Giuseppe Riccio (pianisti, docenti e concertisti) - ha avuto fin dall'inizio la mission di rendere fruibile a tutti la musica d'autore. Divenuto un appuntamento fisso dell'estate grottagliese, il festival proseguirà, a partire da domani, domenica 24 luglio, con il concerto “il talento... in scena”, con Gianni Sciambarruto alla chitarra, Giuseppe Barile e Camilla Chiga al pianoforte, che si svolgerà sempre al castello episcopio di Grottaglie, con inizio alle ore 21.

Data la prescrizione pervenuta, con la quale non si consente al castello episcopio di ospitare al suo interno più di 100 unità in contemporanea, dal prossimo appuntamento in poi sarà possibile prenotare la partecipazione ai concerti contattando i numeri 3407949618 e 3392360993.

«Nonostante le difficoltà dovute alla prescrizione - hanno detto i direttori artistici - siamo lieti per la grande presenza di pubblico al concerto del primo appuntamento. Nella serata di mercoledì, infatti, per soddisfare la richiesta di partecipazione degli spettatori presenti, abbiamo dovuto ripetere lo spettacolo. Grazie alla gentile concessione del maestro Francesco Greco e della sua ensemble, si è potuto proporre il bis agli spettatori che, non essendo riusciti a trovare posto, hanno atteso fuori dal castello per poter assistere al suggestivo concerto».

Il festival proseguirà lunedì 25 luglio, con un “galà lirico” al femminile, in cui saranno protagoniste Teresa Cardace, soprano e Michela De Pasquale al pianoforte. Si proseguirà martedì 26 luglio, con i “Plurima mundi” e il genere del “rock progressive”, cambiando decisamente stili e atmosfere. Mercoledì 27 luglio, la “Country Road Band” porterà in scena il concerto “Blues, rock e... country”, con un altro viaggio tra le espressioni di differenti generi musicali. Ci saranno Fiorenzo Fraccascia,  voce e chitarra acustica, Gianni Maldarizzi, alias Gioenky, chitarra elettrica e ukulele, Stefano Carpignano, alias Pennabianca, chitarre e voce, Gianni Marsella, chitarre, Peppe Indian Como, basso e voce, Gianni Ferri, batteria e Antony Road, fonico. Infine, ultimo appuntamento il 28 luglio, giovedì, con il “piano recital” di Daniela Quacquarelli, in un concerto con brani “da Haydn a Brahms, passando per Chopin.

Tutti gli appuntamenti si terranno al castello episcopio a partire dalle ore 21:00.

«Oggi più che mai (mercoledì per chi legge) - hanno ribadito i tre direttori artistici Paolo Cuccaro, Pierpaolo De Padova e Giuseppe Riccio - è stata evidenziata l'importanza di un festival,divenuto ormai una tradizione nel Comune ionico. Un festival che ha come obiettivo, quello di fornire, gratuitamente, musica di qualità, passando per più generi musicali, dal classico, al lirico, al tango, al jazz e al rock progressive. Pensiamo che continuare a fare formazione musicale, concerti e spettacoli di questo tipo, significhi offrire un contributo alla crescita culturale del territorio, un arricchimento per il nostro gusto e per la cultura artistica di chi verrà a seguire gli appuntamenti».

{gallery}banners/grotta{/gallery}

 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore
Sostengo Agorà Magazine
Read 1279 times

Utenti Online

Abbiamo 988 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine