ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 25 Luglio 2016 00:00

Papa Francesco, a Cracovia con giovani che non vogliono vivacchiare

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Città del Vaticano - "I giovani debbono vivere, non vivacchiare": Papa Francesco ha citato queste parole del beato Piergiorgio Frassati all'Angelus annunciando alla folla la sua partenza per Cracovia, dove sono attesi un milione e mezzo di giovani. 

"In questi giorni - ha detto il Pontefice - tanti giovani, da ogni parte del mondo, si stanno incamminando verso Cracovia, dove avra' luogo la 31ma Giornata Mondiale della Gioventù. Anch'io partirò mercoledì prossimo, per incontrare questi ragazzi e ragazze e celebrare con loro e per loro il Giubileo della Misericordia, con l'intercessione di san Giovanni Paolo II", lo scrive in una nota l’agenzia di stampa Agi.

"Vi chiedo - ha poi aggiunto Francesco - di accompagnarci con la preghiera. Fin da ora saluto e ringrazio quanti stanno lavorando per accogliere i giovani pellegrini, con numerosi vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose". "Un pensiero speciale - ha infine concluso - rivolgo ai tantissimi loro coetanei che, non potendo essere presenti di persona, seguiranno l'evento attraverso i mezzi di comunicazione. Saremo tutti uniti nella preghiera!". 

Intanto Cracovia è blindata per l'appuntamento con il Papa: rafforzati i controlli al castello di Wawel, nella piazza del Mercato e nel resto del centro storico. Gli attentati degli ultimi giorni, da Nizza a Monaco, hanno fatto alzare il livello di allerta nella “capitale culturale” polacca: Sui tetti che circondano la chiesa dei Bernardini, ai piedi del castello del Wawel, i cecchini iniziano a studiare le postazioni per garantire la sicurezza del pontefice.

La piazza del Mercato, sorta intorno alla splendida basilica dedicata alla Madonna – la “Mariacki” – ospita due palchi davanti ai quali i giovani in arrivo si riuniscono al tramonto per ascoltare musica e conoscersi. In queste ore la polizia municipale ha diviso la piazza in settori: il passaggio è libero, ma in caso di emergenza scattano le misure di sicurezza.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 931 times

Utenti Online

Abbiamo 1046 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine